A VolterraTeatro, vicino all’infinito

Quest’anno sono arrivato tardi a Volterra, per preparare il festival VolterraTeatro, ma sto recuperando! Anche per questa edizione, la ventinovesima sottotitolata “La città sospesa”, il programma è stato concepito come un unicum dove il concetto di “sospensione” si declina inserendo molti dei progetti artistici nei “luoghi vicino all’infinito”.

Pilade Archivio Zeta VolterraTeatro

Un’immagine dalle prove di Pilade/Campo dei Rivoluzionari di Archivio Zeta, creazione originale per VT in prima nazionale, alla Salina di Saline di Volterra – foto: Carlo Gattai

Sono sette questi luoghi, da vivere ed esplorare, scoprire e riscoprire: la Fortezza Medicea di Volterra (dove oltre al nuovo spettacolo della Compagnia della Fortezza troveranno casa Giuliano Scabia, Mario Perrotta, Mariangela Gualtieri, Fanny & Alexander e non solo), la Salina di Saline di Volterra, il Camposanto vecchio di Montecatini V.C., la Rocca Sillana di Pomarance, le Fumarole di Sasso Pisano/Castelnuovo V.C. (ciascuno con una tappa del progetto speciale di Archivio Zeta PILADE/PASOLINI), la Badia Camaldolese di Volterra (con Cavalleria rusticana, opera in forma semiscenica) e il Parco Fiumi di Volterra (con I’MNATURA, un’esplorazione notturna di e con Emanuela Dall’Aglio). Non dimenticarti di prenotare!

E c’è molto molto molto altro. Non starò ad elencare tutto il programma (lo trovate sul sito), segnalo i due laboratori (scadenza iscrizioni: 14 luglio): il primo con Chiara Guidi, l’altro di fotografia di scena con Futura Tittaferrante.

RoRoRo VolterraTeatro

Il Ro.Ro.Ro. edizione speciale VolterraTeatro 2015

Ti aspetto a Volterra, dove fra uno spettacolo e l’altro potrai acquistare (al costo di 1 euro) e leggere La città sospesa – Ro.Ro.Ro. Edizione speciale per VolterraTeatro 2015: una produzione letteraria (Edizioni Clichy), a cura di Rossella Menna, in cui sono raccolti scritti originali di artisti, pensatori e scrittori protagonisti di questa edizione, poesie inedite di Giacomo Trinci e Lidia Riviello, e una novella di Davide Mannucci, giovane scrittore emergente alla sua pubblicazione d’esordio: tutti invitati a riflettere sull’idea di “sospensione”. [Scopri cos’è un Ro.Ro.Ro]

Simone Pacini

Si occupa di comunicazione, formazione e organizzazione in ambito culturale. Nel 2008 concepisce il brand “fattiditeatro” che si sviluppa trasversalmente imponendosi come forma di comunicazione 2.0. I suoi laboratori e le sue partnership che mettono in relazione performing arts e nuovi media sono state realizzate in 17 regioni. Dal 2015 crea progetti e tiene lezioni e workshop di “social media storytelling” per lo spettacolo dal vivo. Gestisce il b&b Giorni felici a Roma.

Leggi anche