“Come comincia una poesia” #LimitiBN

Data: 17/06/15
Ora: 15.00 - 17.00

Luogo
Casa Circondariale (mappa sotto)

Categorie


Mercoledì 17 giugno (ore 15) presso la Casa Circondariale di Benevento, andrà in scena “…Come comincia una poesia”, spettacolo finale del laboratorio teatrale, tenuto all’interno della stessa struttura penitenziaria, dagli operatori dell’Associazione Culturale Motus e della Solot Compagnia Stabile di Benevento per il progetto Limiti, finanziato nell’ambito del piano di Azione Coesione “giovani no profit” dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Gioventù e del servizio Civile Nazionale.

foto fatti di teatro 4

Come comincia una poesia in un carcere? Può nascere una poesia in un carcere? O in un carcere una poesia può solo morire? Istruzioni per l’uso del migliore dei mondi possibili: 1) immaginare uno spettacolo con scene, personaggi, storie ispirate al teatro di Viviani e alle sue suggestioni più forti, alle emozioni più veraci, al linguaggio più musicale che si possa immaginare 2) contaminare il profano con il sacro di una processione di penitenti ispirati, spiritati, tarantolati … così finti da sembrare veri 3) immaginare che tutto questo, la rappresentazione degli ultimi, dei reietti, degli emarginati, non sia una cosa seria o non troppo seria o tragica al punto da risultare visionaria come un film di Fellini o una musica di Nino Rota …. et voilà: chi è di scena? I giovani detenuti del progetto “Limiti”, attori per la prima volta, impegnati a raccontare un percorso incentrato sul limite, sul margine, sul confine, nel tentativo di definire, o ri-definire, attraverso il teatro e il cinema, la propria identità, il proprio spazio, la propria libertà.

foto aftti di teatro 2

Il tutto sarà raccontato, tramite una narrazione collettiva e condivisa, dagli operatori tramite il blog SenzaCravatta. La messinscena sarà rivolta a un pubblico di detenuti ed esterni. Si prega a tal proposito di far pervenire all’indirizzo info@solot.it, i dati dei partecipanti (nome, cognome, luogo e data di nascita) entro il 4 giugno, per consentire l’entrata all’interno della struttura.

foto fatti di teatro 5

Inoltre, il 3 giugno, l’operatrice culturale della Motus, Marialaura Simeone, parteciperà al VI Convegno interdisciplinare organizzato dall’Università di Roma Tor Vergata, macroarea di Lettere e Filosofia, sul tema “Conflitti”, raccontando l’esperienza del progetto Limiti con la relazione: Limiti, confini, conflitti. L’esperienza teatrale al Carcere di Benevento. Partendo dalle tre fasi della performance teatrale di cui parla Victor Turner in Antropologia della performance: rottura, crisi e riparazione, analizzerà la fase di crisi del laboratorio teatrale, in cui sono esplosi i conflitti individuali e collettivi dei detenuti.

Sto caricando la mappa ....

Simone Pacini

Si occupa di comunicazione, formazione e organizzazione in ambito culturale. Nel 2008 concepisce il brand “fattiditeatro” che si sviluppa trasversalmente imponendosi come forma di comunicazione 2.0. I suoi laboratori e le sue partnership che mettono in relazione performing arts e nuovi media sono state realizzate in 13 regioni. Dal 2015 crea progetti e tiene lezioni e workshop di “social media storytelling” per lo spettacolo dal vivo. Gestisce il b&b Giorni felici a Roma.