OPEN CLASS sul teatro sociale #limitiBN

Data: 27/03/15
Ora: 10.00 - 13.00

Luogo
Casa Circondariale (mappa sotto)

Categorie


Venerdì 27 marzo, dalle 10 alle 13, presso l’Istituto Penitenziario di Benevento, in occasione della “Giornata mondiale del teatro”, l’associazione culturale Motus e la Solot Compagnia Stabile di Benevento, in collaborazione con la Casa Circondariale di Benevento, propongono una open class sul teatro sociale. Tale iniziativa s’inserisce nell’ambito delle attività previste dal progetto “Limiti”, finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale, tra i vincitori dell’avviso pubblico “Giovani per il sociale”.

Teatro per comprendere i limiti, questo il leit motiv della giornata, che vedrà protagonisti i detenuti attori e gli operatori culturali impegnati all’interno della Casa Circondariale di Benevento, già dal mese di gennaio, nel progetto “Limiti”. Dalla tradizione del circo il cui spettacolo si svolge sulla cosiddetta “pista” e del teatro di strada che dà vita al “cerchio”, l’idea è quella di vedere da vicino, superando la tradizionale barriera tra spettatore e attante, i giovani detenuti attori alle prese con le “prove” di uno spettacolo che porteranno in scena il prossimo giugno. A questo si aggiungeranno piccole esibizioni e giochi teatrali che vedranno coinvolti, accanto ai detenuti, gli operatori della Motus e della Solot, nonché il pubblico presente.

Riflettere sul concetto di “limite” attraverso la pratica teatrale; provare a mettere in scena uno spettacolo; seguire ciò che avviene attraverso l’occhio attento di una telecamera; trarre dalle immagini raccolte un docufilm e dalle parole sussurrate, a volte rubate o dette esplicitamente, un diario di bordo; confrontarsi pian piano con il pubblico esterno attraverso una serie di incontri diretti, questo sì, ma anche e soprattutto attraverso la creazione e gestione del portale SenzaCravatta, una piattaforma culturale web, che verrà resa attiva ufficialmente, proprio in occasione della Giornata del 27 marzo. Curatore del portale sarà Simone Pacini, già creatore del blog fattiditeatro e collaboratore del festival VolterraTeatro.

SenzaCravatta è un blog in cui teatro, socialità e cultura convivono: è un network per l’informazione e la formazione sullo spettacolo dal vivo attraverso il racconto e la lettura. E’ una piattaforma che permette di conoscere e condividere i processi e i cambiamenti del settore. E’ rivolto a operatori e fruitori del mondo dello spettacolo dal vivo e più nello specifico del teatro. Ha come obiettivo quello di promuovere e monitorare l’evoluzione del patrimonio teatrale e dello spettacolo dal vivo; quindi agevolarne la sua fruizione, diffusione, conservazione, tutela e valorizzazione e di conseguenza creare la prima “community dello spettacolo dal vivo in Italia”.

Il primo progetto sostenuto e curato dal portale sarà quindi #LimitiBN: l’obiettivo è quello di far partecipare, da protagonisti, tutti coloro che sono coinvolti o che semplicemente sono interessati alle tematiche affrontate dal progetto, narrando la propria esperienza; un “vettore” di collegamento ideale e materiale fra tutti coloro i quali lavorano e sono interessati direttamente e indirettamente come operatori, ex detenuti, famiglie dei detenuti, docenti, studenti. Il sito web sarà utile per monitorare il percorso di ogni detenuto e degli operatori teatrali coinvolti. Le attività svolte verranno costantemente archiviate nel sito. Ogni detenuto e ogni operatore sarà conosciuto e ci porterà a scoprire dall’interno il suo lavoro e il suo percorso nel laboratorio raccontando il tutto dal suo punto di vista.

#LimitiBN rientra all’interno della categoria “SenzaCravattaSOCIALE” nella quale si aggiungeranno tutti i progetti di coloro che avranno voglia di raccontare e condividere la propria esperienza di teatro sociale.

 locandina limiti 2015

Sto caricando la mappa ....

Simone Pacini

Si occupa di comunicazione, formazione e organizzazione in ambito culturale. Nel 2008 concepisce il brand “fattiditeatro” che si sviluppa trasversalmente imponendosi come forma di comunicazione 2.0. I suoi laboratori e le sue partnership che mettono in relazione performing arts e nuovi media sono state realizzate in 13 regioni. Dal 2015 crea progetti e tiene lezioni e workshop di “social media storytelling” per lo spettacolo dal vivo. Gestisce il b&b Giorni felici a Roma.