Presentazione “Teatro oltre i limiti”

Data: 14/06/19
Ora: 18.30 - 20.00

Luogo
Casa Circondariale (mappa sotto)

Categorie


Fattiditeatro è partner del progetto Teatro oltre i limiti che inaugura ufficialmente il 14 giugno e durerà fino a febbraio 2020. Se vuoi conoscere l’evento nel dettaglio, leggi questa intervista alla direttrice artistica Antonella Iallorenzi.

Cosa è

Evento lancio di presentazione del progetto “TEATRO oltre i LIMITI” (clicca sulla pagina ufficiale) la rassegna di promozione del teatro in carcere organizzata da Petra nelle città di Potenza e Matera. Un progetto culturale che mette insieme teatro, carcere e società civile per superare il “limite” ribaltando la concezione detentiva favorendo una nuova visione, da luogo di vergogna a luogo di bellezza. L’evento si terrà venerdì 14 giugno 2019 presso la Casa Circondariale di Potenza alla presenza della dott.ssa Antonella Iallorenzi (direttrice artistica del progetto), delle istituzioni e di Salvatore Striano, attore italiano (ex detenuto), che per l’occasione reciterà alcuni testi.
Per accedere all’evento bisogna accreditarsi (inviando alla mail info@compagniateatralepetra.com nome cognome, luogo e data di nascita) entro il 10 giugno per il disbrigo delle pratiche di accesso.

Chi ci sarà

Carmelo Cantone – Provveditore di Puglia e Basilicata
Giuseppe Palo – Funzionario di Staff del Provveditore di Puglia e Basilicata
Maria Rosaria Petraccone – direttrice CC di Potenza,
Paola Stella – Presidente Tribunale di Sorveglianza di Potenza
Area pedagogica CC Potenza
Ospite: Salvatore Striano

Teatro oltre i limiti

È la rassegna di promozione del teatro in carcere a Potenza e Matera, organizzata da Associazione Culturale Petra. Un progetto, nato nel 2016, con cinque anni di attività laboratoriale alle spalle presso la Casa Circondariale di Potenza e una texture di fondo che ha permesso di far incontrare l’immaginazione artistica, i confini della detenzione e la realtà sociale all’interno di un’unica rassegna.
Un’occasione di cambiamento, un modo nuovo di relazionarsi per i detenuti che diventano attori, attraverso una formazione in ambito teatrale, e un’occasione per la società esterna di entrare all’interno delle mura non solo fisiche del contesto carcere. Quanto un luogo ritenuto così “lontano”nell’immaginario collettivo può aiutare la poetica degli artisti e quanto viceversa la poetica degli artisti può stimolare i detenuti.

Il progetto si articola in tre diverse azioni strettamente collegate:

  1. TEATRO
    •  Laboratorio teatrale rivolto ai detenuti con presentazione di un esito finale
    • Corso per operatori teatrali: scenotecnica e attrezzeria rivolto ai detenuti
  2. FORMAZIONE
    • Call per operatori sociali (spazio di formazione per la preparazione di nuovi volontari da impiegare nell’affiancamento del progetto).
    • Corso di drammaterapia rivolto all’amministrazione penitenziaria e agli agenti
  3. PERCORSI
    • AppuntaMenti, incontri rivolti ad un pubblico esterno sulle realtà teatrali e non in carcere
    • Artisti in transito”, incontri rivolti a tutta la popolazione carceraria, con la partecipazione di artisti del panorama teatrale nazionale.
    • “Scuola->Legalità”, incontri con gli studenti dei Licei delle città di Potenza (percorso di educazione alla legalità).

Il progetto è prodotto da Associazione Culturale Petra con il contributo dell’Otto per Mille della Chiesa Valdese, dell’Agenzia Regionale LAB – Lavoro Apprendimento Basilicata, il partenariato della Casa Circondariale di Potenza e della Casa Circondariale di Matera, il Coordinamento Nazionale Teatro in Carcere, il sostegno della Commissione Regionale Pari Opportunità della Basilicata e la collaborazione di Città delle Cento Scale Festival e IAC Centro Arti Integrate.

Mappa non disponibile