T4 – Un giardino per Ofelia

Data: 14/05/14
Ora: 21.00 - 22.30

Luogo
Gran Teatro Zeta (mappa sotto)

Categorie


Florian TSI di Pescara
con il patrocinio dell’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio d’Amico”

nell’ambito della rassegna LAVORI IN SCENA, azioni e visioni contemporanee
organizzato dal Teatro Stabile d’Abruzzo
in collaborazione con TeatroZeta e Gruppo E.Motion

presenta

T4 – Un giardino per Ofelia

di Pietro Floridia
regia Daniele Muratore
con Barbara Giordano – Ofelia, Serena Ottardo – Gertrud, Marco Polizzi – al contrabbasso
scene Bruno Buonincontri
costumi Sara Costarelli
aiuto regia Lucia Radicchi
foto e video Mario D’Angelo
traduzione Serenella Martufi
social media partner fattiditeatro

VINCITORE DEL PREMIO “Attilio Corsini” 2009
VINCITORE DEL PREMIO SPECIALE “Universo Teatro” 2009

Ofelia … E se cado?
Gertrud Ti reggo io.
Ofelia E se cade lei?
Gertrud Mi reggi tu.
Ofelia Insomma è tutto un reggersi l’uno con l’altro…
Gertrud Sì più o meno…

Una storia ambientata nella Germania degli anni ’40 dove si racconta l’incontro di due donne. Ofelia, una giovane disabile mentale che vive coltivando fiori nell’assoluta innocenza di un rapporto di verità col mondo, e Gertrud, un’infermiera nazista mandata a verificare le condizioni di Ofelia. Il compito di Gertud è sottoporre Ofelia al programma T4, il cosiddetto ‘Olocausto minore’ che prevedeva l’eliminazione dei disabili come vite ‘indegne di essere vissute’. Il tutto raccontato in un triplice registro, il racconto di Gertrud dopo la fine della guerra, le vicende precedenti che scandiscono i momenti della storia e le canzoni di Edith Piaff che sintetizzano i momenti di conoscenza delle due donne ed enfatizzano le loro emozioni.

1

Invito spettacolo - Un giardino per Ofelia

 

Sto caricando la mappa ....

Simone Pacini

Si occupa di comunicazione, formazione e organizzazione in ambito culturale. Nel 2008 concepisce il brand “fattiditeatro” che si sviluppa trasversalmente imponendosi come forma di comunicazione 2.0. I suoi laboratori e le sue partnership che mettono in relazione performing arts e nuovi media sono state realizzate in 13 regioni. Dal 2015 crea progetti e tiene lezioni e workshop di “social media storytelling” per lo spettacolo dal vivo. Gestisce il b&b Giorni felici a Roma.