TIVOLI CHIAMA! Il Festival delle Arti #tivolichiama

Data: 27/06/15 - 26/07/15
Ora: -

Luogo
Tivoli (mappa sotto)

Categorie


Al via dal 27 giugno 2015 al 26 luglio 2015 a Tivoli la prima edizione di Tivoli Chiama! – Il Festival delle Arti, rassegna culturale per la valorizzazione del patrimonio storico-artistico e paesaggistico attraverso lo spettacolo dal vivo, che coinvolgerà il territorio con oltre 30 eventi nei luoghi simbolo della città. Il progetto è realizzato dal Comune di Tivoli con il contributo del Mibact e il sostegno della SIAE in collaborazione con la Soprintendenza Archeologia del Lazio e dell’Etruria Meridionale, il Polo Museale del Lazio, Villa D’Este, FAI e il CTS. L’organizzazione e la produzione esecutiva sono stati affidati all’A.T.C.L. Associazione fra i Comuni Teatrali del Lazio di cui il Comune di Tivoli è socio e cofondatore.

Le iniziative proposte s’inseriscono in spazi in cui paesaggio, tradizione e arte rappresentano un unicum, straordinario e irripetibile. Attraverso teatro, danza, musica, nuovi linguaggi della scena e di partecipazione attiva, gli spettatori potranno vivere un’esperienza indimenticabile nei suggestivi siti storico-archeologici di Villa D’Este, Santuario di Ercole Vincitore (eccezionalmente aperto al pubblico per gli spettacoli) e Villa Gregoriana, e nello stesso tempo conoscere luoghi della città meno noti e ancora poco valorizzati quali Piazza Campitelli, Scuderie Estensi, Ex Chiesa dell’Annunziata, Ex Chiesa di San Nicola. Inoltre il Festival mira a promuovere e sostenere officine culturali già presenti sul territorio con la realizzazione di residenze artistiche di giovani compagnie di artisti nazionali ed internazionali.

“La finalità ultima – sottolinea l’Ass.re alla Cultura Urbano Barberini – è quella di creare un sistema integrato che favorisca una sinergia tra le attività culturali, turistiche e imprenditoriali e i beni culturali, al fine di promuovere uno sviluppo sostenibile, in armonia con la vocazione propria del territorio tiburtino, trasformando Tivoli in una vera e propria “Fabbrica di Cultura” per gli artisti, con una particolare attenzione ai giovani, e favorendo la crescita di un pubblico che si affezioni alla città e ai suoi luoghi. Le “Arti” in questo modo saranno lo strumento attraverso il quale accrescere e coltivare sentimenti di identità e aggregazione, insieme ad innovazione, contemporaneità e interculturalità”.

La scelta del nome è stata sinteticamente spiegata così dal Direttore Artistico del Festival Franca Valeri: ”Tivoli chiama, con il suo passato, con le sue ville, con la sua gente. I tiburtini che portano il Tevere nel loro nome. Chiama perché ha molte cose da dire. Ascoltatele, la cultura è serenità”.

Il cartellone si presenta ricco di appuntamenti che accostano artisti e realtà artistiche locali a grandi nomi del Teatro, della Musica, del Cinema e della Cultura e spettacoli classici accanto a nuove forme di espressione artistica in un meltin pot culturale di grande appeal per il pubblico: si passerà da “Le Memorie di Adriano” al Santuario di Ercole Vincitore ai “Radio Walk Show” di Urban Experience per le vie di Tivoli; dal “Processo a Giulio Cesare” a spettacoli di “Mapping e Visual Art” sulla Rocca Pia e l’Anfiteatro di Bleso per un programma che ogni giorno saprà offrire tante occasioni diverse di intrattenimento e far apprezzare un territorio che non smette mai di incantare con la sua bellezza e la sua storia millenaria. Tra i nomi di spicco, per il Teatro, Giorgio Albertazzi, Licia Maglietta, Paola Minaccioni, Chiara Stoppa e Paolo Bonacelli; per la Cultura, Philippe DaverioFranca Valeri e Francesca D’Aloya; per la Musica, Dado Moroni e Max Ionata.

Per garantire il massimo della fruibilità e della partecipazione del pubblico gli spettacoli saranno prevalentemente a ingresso gratuito e solo per alcuni si pagherà un ticket d’ingresso simbolico di 5 euro. Programma completo sul sito www.tivolichiama.com

Bozza1-TC-15x15cm

Sto caricando la mappa ....

Simone Pacini

Si occupa di comunicazione, formazione e organizzazione in ambito culturale. Nel 2008 concepisce il brand “fattiditeatro” che si sviluppa trasversalmente imponendosi come forma di comunicazione 2.0. I suoi laboratori e le sue partnership che mettono in relazione performing arts e nuovi media sono state realizzate in 13 regioni. Dal 2015 crea progetti e tiene lezioni e workshop di “social media storytelling” per lo spettacolo dal vivo. Gestisce il b&b Giorni felici a Roma.