“If I could turn you on!”: workshop con il Living Theatre Europa

Data: 30/01/14 - 01/02/14
Ora: 0.00

Luogo
Studio Fersen di Arti Sceniche (mappa sotto)

Categorie


Il laboratorio, condotto dal direttore del Living Theatre Europa Gary Brackett, sarà svolta utilizzando il materiale, le scene, le forme e i linguaggi espressivi che costituiscono l’alfabeto del Living Theatre. Le tecniche utilizzate saranno quelle sviluppate dalla compagnia nel corso dei suoi 60 anni d’attività (recitazione non-fictional, creazione collettiva, rituali, espressionismo Artaudiano, biomeccanica, meditazione, Yoga, espressionismo corporeo, ecc.)

Living2
Muovendosi da un’analisi delle esigenze politiche, sociali, poetiche ed artistiche del Living Theatre e più in generale della società contemporanea, verranno proposti spunti di discussione, che riguarderanno quello che riteniamo sia importante trasmettere oggi. Facendo quindi riferimento alle tecniche elaborate in tanti anni di ricerca sociale e teatrale, dalla storica compagnia, proporremo in fase laboratoriale, la possibilità di un agire comune che sia rispettoso dell’individualità e delle esigenze del gruppo. Sperimenteremo nel laboratorio, nuove forme di rito, valide nella nostra quotidianità, in base alle esigenze mutate e ai nuovi conflitti sociali e politici presenti sul nostro territorio.

All’attività laboratoriale sarà affiancato un percorso storico, basato su approfondimenti, visione di filmati e documenti esclusivi. Ci sarà anche la presentazione di progetti di ricerca, di discussione e analisi sulla portata artistico/politica dell’approccio al teatro, offerto dal Living Theatre.

Programma

Giorno 1
Introduzione al lavoro attraverso il percorso dei riti del Living Theatre e lo Yoga del teatro. Introduzione alla conoscenza del respiro. Mysteries and Smaller Pieces.
Improvvisazione sulla scena. Consapevolezza cinestetica. Utilizzo della voce. Espressionismo Artaudiano: Il teatro e la peste.

Giorno 2
Il Teatro dell’estasi: Paradise Now. Creazione collettiva.
Presentazione dell’Eredita’ di Caino (Part 1): superamento della struttura del palcoscenico. La biomechanica del Living e Mejerchold. Il torre del denaro; Sette meditazione su Sadomasochismo Politico

Giorno 3
Eredita’ di Caino (Part 2)
Conclusione: The Living Theatre oggi e Living Theatre Europa. Green Terror, Let My Brother Go e The Land of Knowing: Donna …chi sei?

Durante il percorso del laboratorio vengono introdotte varie discipline ed esercizi di preparazione: lavoro sul respiro e la voce, ci kung, meditazione e hatha yoga.

Giovedì e venerdì, ore 14-22 / Sabato, ore 9-13
Scadenza iscrizioni: 20 gennaio 2014
Numero massimo partecipanti: 20
Costo: 120 euro

Gary Brackett
Gary Brackett inizia la sua collaborazione con il Living Theatre nel 1989. Esperto di biomeccanica e yoga ha diretto in Italia ed Europa svariati stage e ha curato la messa in scena di spettacoli del repertorio del Living, quali Sette Meditazioni sul Sado Masochismo Politico, Mysteries and Smaller Pieces e Non In Mio Nome. È autore e regista. Insieme a Judith Malina e Hanon Reznikov è responsabile dell’apertura del nuovo teatro del Living Theatre a New York, inaugurato nell’aprile del 2007. È light and set designer, direttore della produzione e attore della nuova edizione di The Brig (2007), spettacolo inaugurale della sede newyorkese nonché vincitore di due OBIES (Off Broadway Award) per regia ed ensemble. Nel 2007 è curatore con Judith Malina della riedizione di Mysteries ed infine direttore di produzione e designer di Maudie and Jane (2007), Eureka (2008) e The Connection (2009). Gary Brackett attualmente è direttore artistico del Living Theatre Europa. La compagnia ha presentato nell’aprile 2010 il progetto Green Terror che oggi si sta sviluppando attraverso laboratori e contaminazioni con altri gruppi.

Living Theatre
Il Living Theatre è una compagnia teatrale sperimentale contemporanea, fondata a New York nel 1947 da Judith Malina e Julian Beck. Sin dall’inizio della sua storia ha coniugato la forma teatrale con l’impegno civile e politico. La prima fase, dalla fondazione fino al 1960, vede il gruppo svolgere in prevalenza attività stabile a Broadway e rappresentare opere di nuovi drammaturghi americani. Con la seconda fase, che prese il nome di “movimento Off-Broadway”, iniziò una nuova forma di attività come compagnia itinerante, prevalentemente in Europa, con forme di recitazione sganciate dalla finzione e dal personaggio e un modo di intendere il teatro e l’impegno civile sempre più innovativo. Arrivato in Italia nel 1961, il Living Theatre ha recitato in centinaia di paesi, piccoli e grandi, spesso in luoghi e contesti poco usuali (cantieri, scuole, strade…). La compagnia ha portato all’attenzione del pubblico opere che hanno cambiato la fisionomia del teatro moderno: in esse predomina la ricerca collettiva degli attori e l’interazione creativa con il pubblico presente. Complessivamente il Living Theatre ha rappresentato più di 80 produzioni, recitate in diverse lingue e in 25 paesi. Il gruppo lavora sempre in maniera autonoma e collettiva, con la direzione di Judith Malina. Dal 1999 al 2004 la sede europea del Living Theatre è stata presso Rocchetta Ligure, in val Borbera in Piemonte. Dal 2004 la compagnia è tornata a New York.

INFO E ISCRIZIONI:
Studio Fersen di arti sceniche
Via Conte Verde 51, Roma
Tel. 340 3280997
info@studiofersen.it
www.studiofersen.it

Sto caricando la mappa ....