Workshop di Performing Media Storytelling a #TivoliChiama

Data: 23/06/15 - 28/06/15
Ora: -

Luogo
Tivoli (mappa sotto)

Categorie


Urban Experience e fattiditeatro
presentano
PERFORMING MEDIA STORYTELLING:
PER UN’AZIONE CULTURALE EFFICACE SUI SOCIAL NETWORK

Tivoli, 23, 27 e 28 giugno

Si tratta di un agile set formativo centrato sul rapporto tra iniziativa culturale e social network attraverso una serie di pratiche di performing media, intese come condizioni abilitanti e performanti per dare qualità alla partecipazione. Tre sono gli scopi principali: raccontare un evento con occhi nuovi sollecitando empatia con gli spettatori, rendendoli protagonisti; qualificare le dinamiche di co-progettazione culturale tra gli stakeholder di un’impresa culturale, dinamizzando il confronto interno, utilizzando i “social” in un contesto produttivo e non solo comunicativo; profilare nuove competenze professionali come quello del Performing Media Storyteller. Le pratiche di performing media utilizzate saranno: Radio-walkshow, esplorazioni-conversazioni nomadi basate sull’uso di sistemi whisper radio per sollecitare il brainstorming passeggiando; Visual thinking: visualizzazione del pensiero in corso durante il brainstorming attraverso il live twitting con parole chiave (hashtag) precise e pertinenti da proiettare, attraverso applicazioni di “twitter wall”(la quarta parete che rileva la dinamica senziente dei partecipanti); Diario connettivo: elaborazione in tempo reale, attraverso storify, di un diario che riaggrega i tweet e le foto prodotte durante il workshop; Videoreport: da quelli istantanei di Vine a quelli in streaming sui social di Periscope.

> Il programma del festival
> #tivolichiama #urbanexperience

DOCENTI

Carlo Infante è changemaker, docente freelance di Performing Media, progettista culturale e ipermediale, opinionista e fondatore-presidente di Urban Experience. Ha diretto, negli anni Ottanta, festival come Scenari dell’Immateriale, condotto (anche come autore) trasmissioni radiofoniche su Radio1 e Radio3, televisive come Mediamente.scuola su RAI3 e Salva con Nome su RAInews24 (nel 2009). Ha ideato (in occasione delle Olimpiadi Torino 2006) format web, come il geoblog (che permetteva di scrivere storie nelle geografie, prima di GoogleMaps), che esplicitano la tensione creativa di una Social Innovation agita nel territorio. E’ autore, tra l’altro, di Educare on line (1997, Netbook), Imparare giocando (Bollati Boringhieri, 2000), Edutainment (Coop Italia, 2003), Performing Media. La nuova spettacolarità della comunicazione interattiva e mobile (Novecentolibri, 2004), Performing Media 1.1 Politica e poetica delle reti (Memori, 2006) e di molti altri saggi e articoli per più testate (tra cuiNOVA-Sole24ore, Tiscali, L’Unità, per cui ha curato l’inserto mensile UniTag, La Nuova Ecologia). E’ tra i fondatori di Stati Generali dell’Innovazione e fa parte del comitato scientifico di Symbola. Ha curato per l‘Enciclopedia Italiana Treccani (Scienza e Tecnica- doppio volume su Informatica) il saggio Culture Digitali e diversi lemmi correlati. Sito web: www.urbanexperience.it

Simone Pacini, Master in Management dello spettacolo alla SDA Bocconi, si occupa di comunicazione, formazione e organizzazione in ambito teatrale e culturale, collaborando con testate giornalistiche, case editrici, società, fondazioni e associazioni che operano nel campo delle performing arts. Nel 2008 concepisce il brand fattiditeatro che si sviluppa trasversalmente imponendosi come forma di comunicazione teatrale 2.0. Il workshop #comunicateatro da lui ideato ha avuto fino a adesso ventitre edizioni in dieci regioni differenti. Da maggio 2014 compare nella lista dei 100 esperti di social media più influenti di Twitter stilata dal blogger e consulente 2.0 americano Evan Carmichael. Sito web: www.fattiditeatro.it

Fasi del workshop:

  1. Le istruzioni per l’uso: l’attività del Performing Media Storytelling, Team Building, formazione sull’utilizzo attivo dei social media per un’attività di dinamizzazione web (ottimizzazione degli hashtag e orientamento sull’uso delle varie applicazioni: Twitter, Swarm/Foursquare, Instagram, Vine, Periscope).
  1. Brainstorming in plenaria e poi, in cammino, con il radio-walkshow, attività centrale di performing media storytelling nomade, interventi e incursioni all’interno di mostre o eventi, producendo informazione istantanea, sul campo. Un’azione dimostrativa.
  1. Composizione del digital storytelling degli eventi, con momenti di approfondimento attraverso la ricerca su google, i tweet, i video e le foto realizzate. Tutoraggio da parte dei Social Media Leader. Proiezione di un Twitter Wall per la visualizzazione dei tweet e delle foto in tempo reale per armonizzare la valenza di comunicazione esterna con quella interna al team (dal comunicare “a” al comunicare “con”).
  1. Talk Lab di restituzione del work in progress con la realizzazione dello Storify che ricompone le tante azioni disseminate nei social media, riaggregando e commentando i contenuti prodotti nel workshop.

Calendario:

23 giugno
ore 17 Experience Lab
ore 19 Radio-walkshow
ore 20 Aperitivo

27 e 28 giugno
ore 15-19 Workshop
a seguire Incursioni 2.0 negli eventi del festival.

 

A CHI E’ RIVOLTO

Pubbliche amministrazioni, imprese culturali, studenti scienze della comunicazione e architettura, promoter, blogger, social innovators.

tivoli chiama!

Sto caricando la mappa ....

Simone Pacini

Si occupa di comunicazione, formazione e organizzazione in ambito culturale. Nel 2008 concepisce il brand “fattiditeatro” che si sviluppa trasversalmente imponendosi come forma di comunicazione 2.0. I suoi laboratori e le sue partnership che mettono in relazione performing arts e nuovi media sono state realizzate in 13 regioni. Dal 2015 crea progetti e tiene lezioni e workshop di “social media storytelling” per lo spettacolo dal vivo. Gestisce il b&b Giorni felici a Roma.