IAT – La settimana a teatro (19-23mar): Uovo, Marta Cuscunà, Gabriele Vacis

Cari fattiditeatro, sì lo so: sono in ritardo da morire con la settimana a teatro, recito il mea culpa. Son stati giorni intensissimi a Mantova (qui lo Storify del festival Luoghi Comuni) e non solo!

Oggi a Roma Armando Punzo presenta il suo libro “E’ ai vinti che va il suo amore”, tutte le info qui!

Roma. La settimana a teatro della danza: continua Waiting for DNA all’Opificio Telecom Italia, questa settimana vengono presentati i lavori di Manfredi Perego e Caterina Basso (22). Teatro: Goliarda della Compagnia Cristiana Raggi dedicato alla scrittrice Goliarda Sapienza in scena al T. Argot Studio per la rassegna La Scena Sensibile (18-20). Rivelazioni di un Clown “un retro della maschera parafrasando Böll…”: uno spettacolo per due attori e clowns al T. Furio Camillo (19-23). Al T. di Documenti FRIDA K. di Valeria Moretti, regia e interpretazione di Enrica Rosso: un‘icona del Novecento, una delle personalità più affascinanti ed originali dell‘ultimo secolo, una donna che ha vissuto senza risparmiare se stessa mai: l‘arte, la fede politica, l‘amore, il dolore della carne trafitta a seguito di un terribile incidente: Frida Khalo. Lo spettacolo è in scena in contemporanea alla mostra allestita presso le Scuderie del Quirinale (20-23). Sempre in tema di artiste leggendarie: Louise Bourgeois: Falli, Ragni e Ghigliottine con Margherita Di Rauso alle Scuderie Villino Corsini. Louise Bourgeois era una donna eccezionale, ed è una delle più grandi artiste del secolo. Lucida, folle, anticonvenzionale, rigorosa, geniale, umile, straordinaria interprete del femminile e dell’arte. La sua figura è l’emblema di un secolo di turbamenti, inquietudini, ribellioni, desideri, orrori, follie e disperata ricerca di un significato, di verità (22). Produzioni Nostrane presenta in prima assoluta al T. Studio Uno lo spettacolo In principio fu D.M., scritto e diretto da Giovan Bartolo Botta. Lo spettacolo mette in primo piano le vicende grottesche di un agenzia di spettacolo i cui dipendenti hanno un solo scopo, piazzare i propri clienti/attori per poter scalare un assurda classifica interna ed evitare il licenziamento (fino al 23).

Milano. La settimana a teatro è con Uovo, il festival più cool della città (leggi l’approfondimento). Antonio Latella con il drammaturgo Ken Ponzio si confronta con un classico del teatro, l’Arlecchino goldoniano qui filtrato attraverso il tema della menzogna: Il servitore di due padroni al T. Elfo Puccini (18-30). GENESIQUATTROUNO un progetto di e con Gaetano Bruno e Francesco Villano in collaborazione con InBalia Compagnia InStabile è in scena al T. i (19-24). Proseguono le repliche di DUEL Una lotta all’ultima risata dei clown Laurent Cirade, Paul Staïcu e Agnès Boury al T. Filodrammatici (fino al 23). Il T. Oscar decide di ricordare una donna che per il suo solo esistere ha smosso coscienze e dibattiti con uno spettacolo parte del Progetto DonneTeatroDiritti, al suo quinto anno: UNA QUESTIONE DI VITA E DI MORTE – Veglia per E. E. una produzione Ultima Luna, di e con Luca Radaelli (19-23). Il primo appuntamento con la rassegna Le eroine del mito al T. Verdi è con La Fionda Teatro che presenta Sogno Rosso – Sotto il segno di Ifigenia: In un oscuro luogo della memoria Ifigenia, Agamennone e Clitemnestra, affiancati dagli altri componenti della famiglia Elettra, Oreste e Crisotemi, raccontano la storia di un sacrilego sacrificio durante una grande guerra. Un re dannato e folle ci mostra il suo tormento e la sua abiezione morale (19-23).

Il servitore di due padroni - ph: elfo.org

Il servitore di due padroni – ph: elfo.org

Toscana. Divido la settimana a teatro per comune:
* Viareggio (LU): Lella Costa e Paolo Calabresi in Nuda Proprietà di Lidia Ravera regia Emanuela Giordano al T. Politeama (20).
* Pistoia: per ALTRI LINGUAGGI al Piccolo Teatro M. Bolognini GLI OMINI fanno CAPOLINO: assieme agli attori della compagnia in residenza artistica anche gli studenti del Laboratorio tenutosi per il Progetto A Scuola di Teatro (21).
* Firenze: Sergio Staino ha scelto La semplicità ingannata per inaugurare Sacrosante Risate (mostra di vignette di satira religiosa che schiera il meglio degli artisti italiani: Staino, Altan, Vauro, Bucchi, Ellekappa, Makkox, solo per citarne alcuni ed è curata dall’Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti): al T. Puccini (il 21, il giorno dopo 22 Marta sarà in scena con E’ bello vivere liberi – leggi la recensione – ai Macelli di Certaldo – FI). Al T. Everest la COMPAGNIA DI SOLLICCIANO presenta MALESIGU: uno spettacolo biografico che racconta la storia di Massimo Bono, attore detenuto della Compagnia di Sollicciano che, guidato da Elisa Taddei, decide di parlare della sua vita e di raccontarla così come è e come è stata (21). Al T. del Romito c’è la finale di Uno – festival di monologhi (22).
* Prato:  per MET ragazzi IL VIAGGIO ovvero una storia di due vecchi, un omaggio alla poetica di Tonino Guerra di e con Beatrice Baruffini e Agnese Scotti (22); per NUOVA SCENA TOSCANA 2014 due appuntamenti con la danza al T. Magnolfi: QUI, ORA di e con Claudia Catarzi produzione Company BluTRIO CON BANDIERA (II studio) progetto e realizzazione CANI coreografia e danza Ramona Caia, Jacopo Jenna, Giulia Mureddu (23).
* Pontedera (PI): LA PAROLA PADRE di Gabriele VacisCantieri Teatrali Koreja: sei ragazze, sei giovani attrici selezionate durante un giro di seminari tenuti da Koreja nell’Europa centro orientale, sei giovani donne si incontrano in uno dei tanti crocevia del presente, quei non luoghi che frequentiamo senza vedere. Ola, Anna Chiara, Simona, Irina, Alessandra, Rosaria. Tre sono italiane, una polacca, una bulgara, una macedone. Quali sentimenti coltivano sei ragazze di nazionalità diverse, che comunicano fra loro attraverso l’inglese? Hanno memorie comuni? Che storie possono raccontarsi e raccontare? E, soprattutto hanno una storia comune da raccontare? Immagini, danze, musiche e parole che frullano identità impossibili, mobili, fluide. Scintille di senso imprevedibili. Tutte hanno conti in sospeso con la loro patria, tutte hanno conti in sospeso con i loro padri (22).

La parola padre - ph: pontederateatro.it

La parola padre – ph: pontederateatro.it

Simone Pacini

Si occupa di comunicazione, formazione e organizzazione in ambito culturale. Nel 2008 concepisce il brand “fattiditeatro” che si sviluppa trasversalmente imponendosi come forma di comunicazione 2.0. I suoi laboratori e le sue partnership che mettono in relazione performing arts e nuovi media sono state realizzate in 17 regioni. Dal 2015 crea progetti e tiene lezioni e workshop di “social media storytelling” per lo spettacolo dal vivo. Gestisce il b&b Giorni felici a Roma.