Living Theatre, Workcenter e Teatro Akropolis: alta formazione allo Studio Fersen di arti sceniche di Roma

Senza titolo1Un’occasione unica per Roma: lo Studio Fersen di arti sceniche propone due cicli di workshop intensivi sul lavoro dell’attore che si svolgeranno fra gennaio e giugno 2014, tenuti da artisti e gruppi di livello internazionale. Il primo ciclo, che si svolgerà da gennaio a marzo, coinvolgerà il Living Theatre Europa, il Workcenter of Jerzy Grotowski and Thomas Richards e la Compagnia Teatro Akropolis. Trattandosi della prima volta che in un’unica occasione artisti di questo calibro propongono il proprio lavoro all’interno della stessa struttura e in un arco limitato di tempo, il programma di workshop dello Studio Fersen di arti sceniche si configura come un vero e proprio evento per la città di Roma.

Si partirà il 30, 31 gennaio e 1 febbraio con il Living Theatre Europa, il gruppo di ricerca forse più conosciuto al mondo, le cui opere e il cui lavoro artistico sono entrati nella storia cambiando la fisionomia stessa del teatro. Il Living porterà a Roma una masterclass condotta da Gary Brackett secondo la filosofia del gruppo americano, ovvero la partecipazione, l’impegno sociale e la creazione collettiva, utilizzando tecniche quali biomeccanica, meditazione, yoga. All’attività laboratoriale pratica sarà affiancato un percorso di approfondimento storico, basato sulla visione di filmati e documenti esclusivi.

Il secondo workshop, che si terrà il 6, 7 e 8 marzo, sarà tenuto da Jessica Losilla Hébrail e Philip Salata, membri del Focused Research Team in Art as Vehicle del Workcenter. I partecipanti saranno impegnati in un lavoro pratico su canti di tradizione africani e afrocaraibici, elemento essenziale della ricerca del Workcenter dell’ultimo quarto di secolo, ricercando un approccio al canto attraverso l’azione, l’intenzione e il contatto.

A chiudere il ciclo di workshop sarà il Teatro Akropolis di Genova, che proporrà un laboratorio che porterà i partecipanti a confrontarsi con le diverse problematiche legate all’azione fisica e alla relazione in scena. Attraverso la pratica e lo sviluppo di esercizi il Teatro Akropolis propone un’interpretazione del training che porta l’attore a definire le potenzialità espressive del corpo e a fare importanti scoperte su di sé e sul significato stesso del suo agire.

I tre workshop sono a numero chiuso e aperti a tutti, professionisti e non. Lo Studio Fersen di arti sceniche si trova a Roma in Via Conte Verde 51, a trecento metri dalla fermata metrò Vittorio Emanuele e a meno di due chilometri dalla Stazione Termini. Per informazioni più dettagliate sui workshop e sulle iscrizioni si può visitare il sito www.studiofersen.it, chiamare il numero 3403280997 o scrivere a info@studiofersen.it.

Simone Pacini

Simone Pacini si occupa come consulente free lance di comunicazione, formazione e organizzazione in ambito culturale. Nel 2008 concepisce il brand “fattiditeatro” che si sviluppa trasversalmente imponendosi come forma di comunicazione 2.0. I suoi laboratori e le sue partnership che mettono in relazione performing arts e nuovi media sono stati realizzati in 18 regioni. Dal 2015 crea progetti e tiene lezioni e workshop di “social media storytelling” per la cultura, in collaborazione con università e imprese culturali. Nel 2018 è uscito il suo primo libro “Il teatro sulla Francigena”.