Moby Dick: il Teatro dei Venti seleziona artisti per una nuova produzione

Il Teatro dei Venti continua la ricerca artistica per la costruzione del nuovo spettacolo di strada con un secondo seminario di selezione finalizzato al completamento dell’organico. Il testo di riferimento del lavoro è Moby Dick di Hermann Melville e a partire da questo romanzo si chiede ai partecipanti di preparare una propria proposta scenica. Il seminario è aperto ad attori e attrici, musicisti, danzatori, trampolieri, acrobati, anche senza esperienza di teatro di strada, ma con una buona preparazione fisica.

Nel corso del seminario, che si terrà a Modena sabato 9 (ore 9-13) e domenica 10 (ore 14.30-18.30) aprile, verranno proposti esercizi e analizzate situazioni teatrali riconducibili al romanzo e alle sue ambientazioni. Ai partecipanti si richiede di leggere il testo di riferimento e di presentarsi al seminario, qualora ne fossero in possesso, con strumenti e attrezzi in grado di caratterizzare la propria proposta artistica. Es: trampoli, attrezzi di giocoleria, strumenti musicali, ecc. dei quali si richiede buona padronanza.

Teatro dei Venti Moby Dick

Il seminario è gratuito ed è finalizzato all’inserimento all’interno dell’organico artistico per la costruzione del nuovo spettacolo di strada del Teatro dei Venti. Per partecipare al seminario occorre inviare il proprio curriculum artistico e un video di almeno 3 minuti con una proposta scenica tratta dal romanzo Moby Dick (capitoli dal XXXVII al XLI compresi). Il video può essere inviato tramite link a youtube/vimeo o a una cartella di archiviazione on-line (dropbox/google drive etc). Termine invio proposte: 20 marzo. La conferma di partecipazione verrà data entro il 29 marzo.

I selezionati dovranno presentare una proposta di almeno 5 minuti tratta dai suddetti capitoli. Il seminario è aperto ad artisti uomini e donne. Contatti: info@teatrodeiventi.it.

 

Simone Pacini

Si occupa di comunicazione, formazione e organizzazione in ambito culturale. Nel 2008 concepisce il brand “fattiditeatro” che si sviluppa trasversalmente imponendosi come forma di comunicazione 2.0. I suoi laboratori e le sue partnership che mettono in relazione performing arts e nuovi media sono state realizzate in 13 regioni. Dal 2015 crea progetti e tiene lezioni e workshop di “social media storytelling” per lo spettacolo dal vivo. Gestisce il b&b Giorni felici a Roma.

Leggi anche