Quarant’anni senza Pier Paolo Pasolini (consigli teatrali 26ott-1nov)

Il 2 novembre 1975 moriva a Roma Pier Paolo Pasolini. Qualche giorno fa ho pubblicato un post ripescando una recensione vintage dello spettacolo di Latella sul suo testo Porcile, adesso provo a selezionare gli spettacoli a lui dedicati. Mi sono dimenticato qualcosa? Segnalalo nei commenti, grazie!

Oggi è anche il compleanno di fattiditeatro! Tanti auguri a noi tutti (i festeggiamenti su facebook)!

T A N T I A U G U R I F A T T I D I T E A T R OCarissimi, oggi compio sei anni. Ho ritrovato il primissimo post fatto…

Publié par fattiditeatro sur lundi 26 octobre 2015

MILANO

PPP > Ho trovato due spettacoli ispirati o dedicati a PPP: Siamo tutti in pericolo – L’ultima intervista di Pier Paolo Pasolini regia e drammaturgia Daniele Salvo con Gianluigi Fogacci, Raffaele Latagliata e Michele Costabile. Lo spettacolo nasce da “Lettere Luterane”, gli ultimi articoli che Pasolini scrisse per “Il Mondo” e “Il Corriere della Sera” nel 1975, anno della sua morte, e dall’ultima intervista rilasciata a Furio Colombo il giorno prima di essere ucciso. Un grido d’allarme lucido e disperato sull’inevitabile declino della nostra civiltà, che alla luce degli avvenimenti odierni suona straordinariamente profetico. (T. Franco Parenti, 27-1nov). Più dei santi, meno dei morti – La notte in cui Pasolini della compagnia Fenice dei Rifiuti: tra narrazione, canzoni, lavoro sul coro e coreografie si raccontano tutte le ipotesi che sono state avanzate intorno alla morte di Pasolini (T. Libero, 26-2nov).

Ma a Milano c’è moltissimo altro: DANAE festival giunge alla diciassettesima edizione e si trasferisce in autunno. Il programma è veramente ricco. Tra gli artisti segnalo gli italiani Collettivo Cinetico, Annamaria Ajmone, Marina Giovannini, Marco D’Agostin e Scarlattine Teatro, oltre alle proposte dal Belgio e dalla Grecia (27-14nov). Slot Machine di Marco Martinelli debutta – in prima nazionale – negli spazi di Olinda, all’interno dell’ex Ospedale psichiatrico “Paolo Pini”. Un monologo che indaga la malattia del gioco e i meccanismi morbosi della dipendenza. Protagonista è Alessandro Argnani (T. La Cucina, 30-8nov). In città c’è il Circo El Grito (nel 2013 a Roma eravamo stati partner), con una programmazione di circo contemporaneo che prevede la realizzazione di tre spettacoli della compagnia: Scratch & Stretch, 20 Decibel e Drums and Circus: “un circo contemporaneo all’antica” (T. Menotti, fino al 31). Sesta edizione per MILANOUMANA CONCERTO PER UNA PACE POSSIBILE con Nicoletta Mandelli, Paolo Scheriani, la musica dal vivo dei LIMINA, DONKEYS FOR EVER, ORCHESTRINA DEL SUONATORE JONES e altri ospiti. MILANOUMANA è un evento unico nel suo genere dove ogni anno si è dato spazio ad argomenti di grande attualità ma senza mai tradire il moto poetico che ormai è una cifra stilistica della compagnia scheriANIMAndelli: “teatro ad alto contenuto umano “. In questa edizione ripercorreremo insieme tutte le tappe di MILANOUMANA dal 2010 a oggi (T. alle Colonne, 30). LA MODA E LA MORTE di Magdalena Barile regia Aldo Cassano con Benedetta Cesqui, Natascia Curci, Fabrizio Lombardo, Matthieu Pastore: una commedia nera sulla percezione sempre più confusa che abbiamo della Grande Storia e su come l’immaginario individuale dell’era digitale stia prendendo il sopravvento sui fatti (T. Elfo Puccini, 27-31).

ROMA

pier_paolo_pasolini

PPP > L’omaggio romano a Pasolini è targato Teatro di Roma: si comincia con la nuova composizione per coro e voce recitante di Giovanna Marini, Sono Pasolini, in prima nazionale. Una drammaturgia cantata con Enrico Frattaroli, che legge ‘I giovani infelici’, e il Coro Favorito della Scuola Popolare di Musica di Testaccio, che mette in canto le poesie della ‘Nuova Gioventù’ (T. India, 27-1nov). Nell’ambito della programmazione del Teatro di Roma, un’inedita partita di pallone e un grande evento corale su Pasolini, teso a coinvolgere concretamente la cittadinanza e a rivalutare le periferie:  Pier Paolo! di Giorgio Barberio Corsetti nel campo XXV Aprile di Pietralata, una produzione Fattore K (31-1nov).

ROMEO CASTELLUCCI torna a Romaeuropa con Giulio Cesare. Pezzi staccati – Intervento drammatico su William Shakespeare. Un titolo storico della Socìetas Raffaello Sanzio, “Giulio Cesare”, ispirato alla tragedia di Shakespeare, torna sulle scene riallestito in “frammenti”: una nuova forma per evocare uno spettacolo irripetibile di Romeo Castellucci. Uno scontro senza remissione tra due mondi, simboli aerei e oscuri, il conflitto tra padri e figli, la potenza della retorica, segno luminoso di forza e decadenza: al suo debutto nel 1997, questo “Giulio Cesare (Aula Ottagonale delle Terme di Diocleziano (Ex Planetario), 27-30). Debutta Carmen secondo L’ORCHESTRA DI PIAZZA VITTORIO: una nuova, originale “Carmen” nella rilettura romantica e ‘sognatrice’ di Mario Tronco e della sua multietnica Orchestra (T. Olimpico, 22-8nov). Ultima settimana per TEMPESTE SOLARI scritto e diretto da LUCA DE BEI. La minaccia di un’incombente tempesta magnetica e le vicende di una famiglia disintegrata. Divorzi, insoddisfazioni, fallimenti per sei personaggi che si ricongiungono ma non si incontrano mai completamente (T. Eliseo, fino all’1). Torna Cuoro di e con Gioia Salvatori! Cos’è Cuoro? “Cuoro è innanzitutto un blog. Siete tutti invitati a leggerlo perchè è utile per affrontare la quotidianità. Sapendo peró che da questo blog non si puó prescindere Cuoro entrerà a Carrozzerie | n.o.t in carne e ossa per presentarsi al pubblico. Nessuno ne sentiva la necessità. Ma con coraggio Cuoro ha risposto alla chiamata alle armi del Dio cattivo dell’impulso. Uno spettacolo orrendo quasi quanto il blog è indispensabile” (Carrozzerie NOT, 29-31).

TOSCANA

Romeo Castellucci a Prato

Romeo Castellucci a Prato

PPP > Anche quest’anno Antonio Latella inaugura la stagione del Teatro Florida di Firenze. MA è un lavoro ispirato alla figura della madre nell’opera di Pier Paolo Pasolini. Antonio Latella partendo dalla prima sillaba della parola Mamma ci guida in un percorso all’interno dell’opera di uno dei massimi poeti del ‘900, seguendo un filo conduttore che ha al suo centro quella forza generatrice, procreatrice di parole come di uomini, di pensiero come di gesti artistici (29-30). Lo spettacolo è inserito nella mini rassegna del Florida “Pier Paolo Pasolini. Il corpo profetico” che si apre mercoledì 28 ottobre al Museo Novecento con il melologo “Studi sullo stile di Bach” (ingresso libero, fino ad esaurimento posti), su testo di P.P. Pasolini e musiche di J.S. Bach con Luigi Attademo e Roberto Gioffrè, e si conclude sabato 31 ottobre con Versiliadanza che presenta Pensieri e Canzoni, un evento di danza, musica e letture dedicato al Pasolini paroliere.

Buti (PI) > Teatro Sotterraneo presenta WAR NOW! per Teatri di confine (T. Francesco di Bartolo, 28)

Firenze > Ultima settimana per Umano, la finestra internazionale – realizzata in collaborazione con il Teatro della Toscana – del programma di Cango. Non una vetrina di semplici ospitalità ma un progetto che coinvolge coreografi – ma anche filosofi, antropologi, storici dell’arte – italiani e stranieri in una riflessione sull’umano in relazione al corpo. Accanto agli spettacoli sono quindi in programma incontri teorici e pratici, percorsi di trasmissione verso la creazione e visioni di opere nate da residenze di giovani coreografi. Umano si svolge, oltre che a Cango e al Teatro della Pergola, in un’articolata geografia di luoghi non teatrali dell’Oltrarno: laboratori artigiani, chiese e musei (fino al 31).

Pontedera (PI) > Teatro ragazzi: IL MIO NOME è FANTASTICA omaggio a Gianni Rodari a cura di Fabrizio Cassanelli Serena Gatti Letizia Pardi con Serena Gatti (T. Era, 28-29)

Porcari (LU) > Un’altra occasione per vedere STASERA OVULO di e con Antonella Questa (Auditorium Vincenzo da Massa C., 30)

Porcari (LU) 2 > ANGEL – Indagine sui generis tra i sonetti di William Shakespeare di Charlotte Zerbey danza Elisa Capecchi, Olimpia Fortuni, Isabella Giustina (SPAM, 31)

Prato > L’inaugurazione della stagione del TEATRO METASTASIO è affidata a Romeo Castellucci con SCHWANENGESANG D744 su musiche di Franz Schubert e interferenze di Scott Gibbons (T. Metastasio, 30-31).

Simone Pacini

Si occupa di comunicazione, formazione e organizzazione in ambito culturale. Nel 2008 concepisce il brand “fattiditeatro” che si sviluppa trasversalmente imponendosi come forma di comunicazione 2.0. I suoi laboratori e le sue partnership che mettono in relazione performing arts e nuovi media sono state realizzate in 17 regioni. Dal 2015 crea progetti e tiene lezioni e workshop di “social media storytelling” per lo spettacolo dal vivo. Gestisce il b&b Giorni felici a Roma.