Residenza Settimo Cielo: due anni di arte multidisciplinare nella valle dell’Aniene

Si sono conclusi da poco i due anni di attività della Residenza Settimo Cielo al Teatro La Fenice di Arsoli, durante i quali sono stato social media partner (qui ci sono i dettagli). È stato un percorso entusiasmante di arte multidisciplinare (teatro, musica, danza, teatro di figura, nuove tecnologie) in un paese di 1500 abitanti in cui i vari artisti che si sono succeduti hanno potuto creare e contaminarsi con il territorio attraverso laboratori, masterclass e incontri.

La Residenza Settimo Cielo (web) è sostenuta dal Ministero dei Beni Culturali e Turismo (MiBACT) e dall’Assessorato alla Cultura e Politiche Giovanili della Regione Lazio.

In attesa di novità, ripercorro le 8 residenze che si sono susseguite:

Frigoproduzioni/Tropicana

La prima residenza è stata quella di Frigoproduzioni, vincitori del Bando Cura 2016 di cui la Residenza Settimo Cielo è partner. Lo spettacolo Tropicana ha debuttato l’anno dopo a Primavera dei Teatri e attualmente è in tournée per l’Italia.

https://www.instagram.com/p/BLTuCBNjzeE/?taken-by=fattiditeatro

Amalia Franco/Trittico del corpo

Amalia è sola in scena, nel suo trittico si fa accompagnare da strane creature. Il suo lavoro mi ha colpito molto per la capacità di far dialogare corpo e maschere!

Gianluca Secco/Tracce Impronte Sonore Vocali Originarie

Quello di Gianluca Secco è stato l’unico progetto puramente musicale presentato ad Arsoli, dove ha composto nuove canzoni. Puoi ascoltarlo qui e leggere l’intervista che gli ho fatto.

Compagnia Turco Liveri-Condrò/CUTUP

Da Sant’Agata ad Angelina Jolie: una drammaturgia collettiva che nasce anche dagli incontri con i cittadini delle residenze attraversate. Ad Arsoli la Compagnia Turco Liveri-Condrò, con Salvatore Insana, ha sviluppato anche un nuovo rapporto con lo spazio teatrale.

Andrea Gallo Rosso, con PostProduzione/Duo

Danza e memoria nel progetto di Andrea Gallo Rosso, che ha lavorato con le sue danzatrici Ramona Di Serafino e Anais Van Eycken in tre differenti tranches.

Teatro dei Gordi/Albert

Il Teatro dei Gordi, vincitore Bando Cura 2017, ha portato in residenza il suo lavoro su Albert Einstein. Ma attenzione: non è una conferenza/spettacolo!

I Nuovi Scalzi/Shake N’Spear

Utilizzare le regole della commedia dell’arte per raccontare qualcosa di nuovo. Con questo punto di partenza I Nuovi Scalzi hanno debuttato ad Arsoli al termine delle residenza.

Stultifera Navis/La Tempesta

Il Teatro di figura incontra Arduino e insieme ad un’attrice e un musicista danno vita a uno spettacolo pop up dove la musica è protagonista e la tecnologia diventa meraviglia. Dalla Francia il teatro artigianale e tecnologico di Stultifera Navis.

Copertina

residenza settimo cielo

Simone Pacini

Si occupa di comunicazione, formazione e organizzazione in ambito culturale. Nel 2008 concepisce il brand “fattiditeatro” che si sviluppa trasversalmente imponendosi come forma di comunicazione 2.0. I suoi laboratori e le sue partnership che mettono in relazione performing arts e nuovi media sono state realizzate in 17 regioni. Dal 2015 crea progetti e tiene lezioni e workshop di “social media storytelling” per lo spettacolo dal vivo. Gestisce il b&b Giorni felici a Roma.

Leggi anche