jan fabre

In Prima Nazionale a Milano, Jan Fabre e l’ossimoro dell’uomo post moderno

In Prima Nazionale a Milano, Jan Fabre e l’ossimoro dell’uomo post moderno

“Non era il cuore, non era il cuore […] Non le bastava quell’orrore, voleva un’altra prova del suo cieco amore”, cantava, De André, nella sua “Ballata dell’Amore Cieco o della Vanità”, anche se l’amore cantato, in questa caso, non ha nulla a che vedere con quello più o meno struggente o romantico di una liason(…)

IAT 14-20ott: Jan Fabre per Romaeuropa, Pippo Delbono al Piccolo

Roma > Mentre Romaeuropa affila le lame proponendoci un doppio Jan Fabre con due riallestimenti originali di spettacoli del 1982 (video) e 1984 (16, 17 e 20), la stagione teatrale del T. Valle Occupato inaugura con Un bès, il monologo di Mario Perrotta su Antonio Ligabue (17-20). Per Dominio Pubblico, l’interessante esperimento di stagione espansa T. Argot(…)

Orgy of Tolerance. L’opera d’arte totale di Jan Fabre

Orgy of Tolerance. L’opera d’arte totale di Jan Fabre

Ho assistito all’opera d’arte totale. Post wagneriana. Ho assistito all’opera d’arte totale degli anni Zero. Jan Fabre, nel suo Orgy of Tolerance [photo: Jean-Pierre Stoop] parte da un mito contemporaneo: quello della masturbazione e soprattutto quello della ricerca ossessiva dell’orgasmo. Moda, arte, consumo: siamo tutti vittime e la pagheremo, le prede del nostro razzismo si(…)