“Letizia forever” e il dualismo vincente di Palazzolo/Nocera

C’è un’anomalia disturbante, nell’iconografia di “Letizia forever”, testo e regia di Rosario Palazzolo, portato in scena da Salvatore Nocera dal 7 all’11 febbraio al Teatro Verdi di Milano. E l’anomalia consiste nel fatto che, pur ad onta di un titolo, che parla di una donna (Letizia, appunto, il cui nome allude a una joie de(…)