Torna In-Box. Non si è mai visto un premio così in Italia! (c’è tempo fino al 30 maggio)

I teatri della rete di In-Box reagiscono alla crisi economica rafforzando un premio che difende la dignità del lavoro e della ricerca artistica attraverso l’acquisto di undici repliche a cachet. Per questo motivo in Italia “non si è mai visto un premio così” che garantisce alle compagnie visibilità e lavoro: una vera e propria “scossa” alla paralisi che frena la crescita culturale del Paese.

La triste realtà della situazione teatrale nazionale è nota alle compagnie di teatro, abituate purtroppo a creare lavori che nella maggior parte dei casi non riescono a “girare” e a superare il duro scoglio di programmazioni già chiuse o con risorse già assegnate. Nel 2009 la semplice intuizione di Straligut Teatro, vivace residenza artistica del Comune di Siena: ideare un bando dedicato alla circuitazione di uno spettacolo, non importa se inedito o già prodotto, in grado di garantire la visibilità del lavoro artistico in più piazze toscane.

Sono passati quattro anni e In-Box è cresciuto in modo esponenziale. Se l’anno scorso l’entrata di un partner prestigioso come Armunia è stato un forte segno di cambiamento e d’interesse, il 2012 ha portato grandi novità grazie alle importanti collaborazioni dei circuiti regionali FTS e AMAT e Santarcangelo •12 • 13 • 14 Festival internazionale del teatro in piazza.

Maggiori informazioni sul sito del premio.

Simone Pacini

Simone Pacini si occupa come consulente free lance di comunicazione, formazione e organizzazione in ambito culturale. Nel 2008 concepisce il brand “fattiditeatro” che si sviluppa trasversalmente imponendosi come forma di comunicazione 2.0. I suoi laboratori e le sue partnership che mettono in relazione performing arts e nuovi media sono stati realizzati in 18 regioni. Dal 2015 crea progetti e tiene lezioni e workshop di “social media storytelling” per la cultura, in collaborazione con università e imprese culturali. Nel 2018 è uscito il suo primo libro “Il teatro sulla Francigena”.