BLUE HOUSE_esplorazione performativa di Alice Toccacieli/Luoghi Comuni

Data: 01/03/21 - 14/03/21
Ora: 0.00

Luogo
WhatsApp o Zoom (mappa sotto)

Categorie


BLUE HOUSE_esplorazione performativa

autrice e performer Alice Toccacieli
collaborazione artistica Yuri Punzo, Casa Orizzonti Blu Comunità Terapeutica per minori Acquaviva di Cagli
elaborazione contenuti audio e video Funambulo Lab
collaborazione alla comunicazione Simone Pacini/fattiditeatro
collaborazione organizzativa Gloria De Angeli; Isabella Brogi
con il sostegno di Istituzione Teatro di Cagli
progetto realizzato nell’ambito di Marche Palcoscenico Aperto. I mestieri dello spettacolo non si fermano promosso da Regione Marche / Assessorato alla Cultura e AMAT

Il mondo è pieno di visioni in attesa di occhi che le raccontino

Il progetto Blue House è il mio desiderio di praticare con le persone uno sguardo che faccia emergere dal reale altre possibilità di vita e bellezza, connettendo mondi, innescando cortocircuiti tra dentro e fuori: il web, l’immaginazione, le comunità.

Blue House è un’esplorazione performativa in video-chiamata. Una passeggiata in cui il partecipante raccoglie frammenti che innescano una narrazione: sogni, ricordi, desideri. Le storie così costruite si intrecceranno con quelle degli abitanti della Comunità Acquaviva, in una tessitura collettiva.

Alice Toccacieli è regista e formatrice teatrale. Fondatrice, con Yuri Punzo, dell’Ass. Cult. Luoghi Comuni. Pratica teatro di comunità, in scuole, carceri, centri diurni e altri luoghi di meraviglia.

QUANDO
Dall’1 al 14 marzo 2021 [prenotazione obbligatoria]

DOVE
Whatsapp o Zoom [con ogni partecipante si concorderanno orari e istruzioni per l’esplorazione]

INFO
3408962837
luoghi.comuni@hotmail.com
alice.toccacieli@hotmail.com

Marche Palcoscenico Aperto

Blue House è un progetto selezionato su 370 proposte pervenute a Marche Palcoscenico Aperto. I mestieri dello spettacolo non si fermano, progetto voluto dalla Regione Marche / Assessorato alla Cultura con AMAT quale soggetto attuatore. Ben sessanta i progetti selezionati dalla commissione composta da Federica Patti (ricercatrice e studiosa di arti multimediali), Gemma Di Tullio (organizzatrice del Teatro Pubblico Pugliese, circuito multidisciplinare, ed esperta di danza) e Gilberto Santini (direttore AMAT)

Mappa non disponibile