marzo, 2022

14marTutto il giorno20Festival Visioni 2022

Dettaglio Evento

Fattiditeatro incontra nuovamente il teatro ragazzi! Siamo social media partner del festival Visioni 2022 (sul sito ufficiale info e acquisto biglietti) organizzato a Bologna da La Baracca – Teatro Testoni. Da mercoledì 16 sintonizzatevi sui canali Fb e Ig @fattiditeatro per scoprirlo attraverso le Stories e le voci dei suoi protagonisti!

Cyclo

Comunicato stampa

Dal 14 al 20 marzo 2022 prenderà vita la 19^ edizione di “Visioni di futuro, visioni di teatro…”, festival internazionale di arti performative per la prima infanzia, che si terrà in presenza al Teatro Testoni Ragazzi (via Matteotti 16) e online su visionifestival.it.

Un calendario ricco di spettacoli, laboratori e incontri a cura de La Baracca – Testoni Ragazzi realizzati non solo per i più piccoli e le loro famiglie, ma anche per gli operatori culturali, gli insegnanti e gli educatori.

Sette giorni dedicati al teatro per bambine e bambini di età compresa tra 0 e 6 anni con 14 spettacoli presentati in più di 34 repliche da 12 compagnie provenienti dall’Italia e dall’estero (in particolare da Cile, Paesi Bassi, Slovenia, Belgio, Danimarca, Austria e Polonia), ma anche dialoghi, storie e progetti speciali per il web, oltre performance nei nidi e nelle scuole d’infanzia.

 

Wacht’s Even

L’edizione 2022 è la quarta all’interno di “Mapping. Una mappa sull’estetica delle arti performative per la prima infanzia”, progetto sostenuto dal programma Creative Europe dell’Unione Europea con 18 partner da 17 paesi, di cui La Baracca – Testoni Ragazzi è capofila. In particolare, oltre alla quarta edizione della mostra di illustrazioni “Il Bambino Spettatore”, realizzata con BolognaFiere / Bologna Children’s Book Fair, ospita quattro Coproduzioni Mapping in prima nazionale: “Du er her/Tu sei qui” di Madam Bach (Danimarca), “O czym szep cze las/Sussurri dalla foresta” di Ani-mation Theatre In Poznań & Art Fraction Foundation (Polonia), “Peskovnik/Sabbiera” di Lutkovno gleda-lišče Ljubljana (Slovenia) e “Wacht’s even/Aspetta un minuto” di De Stilte (Paesi Bassi).

La vera novità di quest’anno è un cartellone di eventi che collega differenti realtà culturali di Bologna, raccolti sotto il nome di “Visioni in città”: una vera e propria rete di proposte per l’infanzia, presentate in occasione del festival. La politica culturale de La Baracca è infatti quella di valorizzare la già presente proposta culturale dedicata ai cittadini più piccoli, intensificando in occasione del festival il rapporto con il territorio, e allargando il confronto a livello nazionale e internazionale. La Baracca intende così dare rilievo al lavoro degli operatori culturali cittadini, coprogettando una programmazione corale di eventi realizzati da Artebambini, aRtelier / Comune di Bologna, Biblioteca Salaborsa Ragazzi, Bolo-gna Children’s Book Fair, Cineteca di Bologna, Fondazione Gualandi, Fondazione Villa Ghigi, Giannino Stoppani Libreria per Ragazzi, Hamelin Associazione Culturale, MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bo-logna, Museo internazionale e biblioteca della Musica e QB Quanto Basta.

Heel-Huids (3+)

Il festival vuole poi farsi promotore dello sviluppo e la diffusione delle arti performative per bambini da 0 a 3 anni, e lo fa con la seconda edizione del Premio Valeria Frabetti, dedicato a Valeria, per lungo tempo direttrice artistica de La Baracca e promotrice, insieme a Roberto, del progetto “Il Nido e il Teatro” e con il progetto Zero/Tre chiama Italia che vorrebbe incentivare il Teatro Ragazzi Italiano a produrre spettacoli per le bambine e i bambini da zero a tre anni.

A Visioni 2022 avremo il piacere di ospitare la 15a edizione del prestigioso Premio Nazionale “Infanzia – Piccolo Plauto” assegnato dalla rivista Infanzia con il Patrocinio scientifico del Dipartimento di Scienze dell’Educazione “Giovanni Maria Bertin” (Università di Bologna).

Artiste e artisti ospiti del festival “Visioni” saranno poi protagonisti dei laboratori per educatrici e insegnanti: undici proposte al Teatro Testoni Ragazzi per poter curiosare e sperimentarsi, stimolare nuove e inesplorate competenze da rimodellare nel rapporto quotidiano con le bambine e i bambini.

Sabato 19 marzo si terrà a teatro e online un seminario gratuito dal titolo “Arti performative e letteratura per l’infanzia, possibili intrecci tra sistemi complessi”, realizzato in collaborazione con CRLI – Centro di Ricerche in Letteratura per l’Infanzia dell’Università di Bologna e Bologna Children Book Fair.

Guardando al futuro, in questa edizione del festival si avvia il progetto Zero/Tre chiama Italia che vorrebbe incentivare il teatro ragazzi italiano a produrre spettacoli per le bambine e i bambini da zero a tre anni e che vede coinvolte tre compagnie italiane, Il Teatro nel Baule (Napoli), Teatro Koreja (Lecce), Schedía Teatro (Milano) che non hanno mai prodotto per questa la fascia degli 0-3.

O Czym szep cze las

 

scopri di più

Orario

marzo 14 (Lunedi) - 20 (Domenica)

Location

Teatro Testoni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

X