Phoebe Zeitgeist, Ballard e lo (s)concerto delle atrocità

Ci sono spettacoli che si vanno a vedere con gli occhi e col cuore: teatro di parola, di figura o anche di regia, di fronte ai quali basta la propria esperienza di ‘homo viator’ per avere gli strumenti idonei. Poi ci sono gli spettacoli più intellettualizzati, simbolici, destrutturati – e, spesso, destrutturanti -, di fronte […]