I dodici momenti “fattiditeatro” più emozionanti del 2019

Come l’anno scorso, ecco il post di buon anno con i dodici momenti “fattiditeatro” più emozionanti del 2019, secondo me. Devo subito dirvi con un po’ di orgoglio che due dei tre vincitori del Premio Rete Critica 2019 erano presenti nella classifica 2018. Ecco i fantastici dodici (uno al mese) di quest’anno:

1. Elementare di Amigdala a Trasparenze Festival

Uno spettacolo (?) che inizia a mezzanotte e finisce la mattina successiva. Dove si può dormire in terra su lettini coccolati da un coro a cappella. E al risveglio colazione tutti insieme.

2. La DévORée di Rasposo a Mirabilia Festival

Quello che avevo da dire su questi maestri del nouveau cinque l’ho scritto qui.

3. Non ho l’età di Riserva Canini al festival Il giardino delle Esperidi

Quando vai a vedere il cosiddetto “teatro ragazzi” (in una yurta nel cuore della Brianza) e ti emozioni più che col teatro “adulti”.

4. La notte è dei fantasmi di Eleonora Pippo 

Il nuovo progetto “people specific” di Eleonora (guarda e ascolta il #SelfieStick) utilizza, per la prima volta, le tecnologie in scena. Il risultato è una bomba!

La notte è dei fantasmi (anteprima) – foto: Zoe Vincenti

5. My body of coming forth by day di Olivier Dubois a Grandi Pianure

Dubois, dopo aver attraversato come danzatore momenti importanti della danza internazionale, fa i conti col suo passato in una conferenza-spettacolo dolceamara.

6. Guilty Landscapes di Dries Verhoeven a Santarcangelo Festival

Un video interattivo di dieci minuti su povertà e lavoro minorile in Cina. Il protagonista del video ti guarda, compie i tuoi stessi gesti, osserva l’osservatore. Una riflessione potentissima sul rapporto fra sguardo e voyeurismo nella società dell’immagine.

7. Raoul di James Thierrée a Romaeuropa Festival

Senza parole, sia io che lo spettacolo. È teatro, è circo, è installazione, è tutto. Lo aspettavo da anni!

Raoul – foto: Piero Tauro

8. La Nelken Line ispirata a Pina Bausch al Festival dello Spettatore

La celeberrima linea bauschiana con un danzatore (?) d’eccezione: fattiditeatro!

Un momento della Nelken Line nel centro di Arezzo – foto: Mara Giammattei

9. Il progetto #Comunicadanza al festival T*Danse

Lo so, sono un po’ autoreferenziale: ma anche quest’anno le ragazze e i ragazzi del Liceo Artistico di Aosta mi hanno donato (dal vivo e con i post e le stories su Instagram), emozioni indescrivibili! E qui Roberta lo racconta benissimo.

Alcune Stories realizzate durante il progetto T*Danse

10. Corpus Delicti di Alessandra Cristiani al festival Testimonianze ricerca azioni

Alessandra Cristiani (guarda e ascolta il #SelfieStick) ha presentato al Palazzo Ducale di Genova un nuovo lavoro di butoh, ispirato a Schiele. La sua danza è ipnotica.

Alessandra Cristiani/Corpus Delicti

11. Anghiari Dance Hub

Le quattro proposte dei giovani coreografi di Anghiari Dance Hub sono state di buon livello, e il progetto che li ha accompagnati è super! (Guarda e ascolta il #SelfieStick con la direttrice artistica Gerarda Ventura)

Lucrezia Gabrieli/stretching one’s arms again – foto: Alessandra Stanghini

12. La morte e la fanciulla di Abbondanza Bertoni al festival Resistere e Creare

Ultimo tra i momenti “fattiditeatro” più emozionanti del 2019. Corpi nudi danzano Schubert. Trionfo a Genova. (Guarda e ascolta il #SelfieStick con Antonella Bertoni)