IAT 1-7apr: Deflorian/Tagliarini, Bob Wilson, Teatro Sotterraneo

Dopo la sonnolenza pasquale ecco che a Roma è tutto in una settimana: e-production, la cooperativa nata da quattro realtà teatrali ravennati, giunge in massa all’Angelo Mai, per presentare i lavori di tutte e quattro le formazioni: Fanny & Alexander, ErosAntEros, Gruppo Nanou e Menoventi (dal 5 al 7). A volte mi piacciono molto le scelte del T. dell’Opera: Samson et Dalila musica di Camille Saint-Saëns. Regia e impianto scenico di Carlus Padrissa/La Fura dels Baus (dal 5 al 13). E’ la settimana di Deflorian/Tagliarini per la stagione del T. Palladium: rzeczy/cose (dal 3 al 5 all’Opificio Telecom Italia) e Reality (6 e 7, leggi la recensione). Al T. Tordinona da Firenze l’improvvisazione teatrale di Quaderni di Famiglia. Al loro ingresso gli spettatori trovano dei quaderni sui quali vengono invitati a scrivere un breve ricordo familiare: un luogo a cui sono legati, una paura comune, un parente buffo ed altro (dal 5 al 7). IL MIO CUORE NELLE TUE MANI di Manlio Santanelli con Tosca d’Aquino, Gea Martire uno spettacolo di Enrico Maria Lamanna al T. della Cometa (dal 2 al 21). Al T. Argot Indigena Teatro presenta ORLANDO ORLANDO con Stefano Scandaletti, adattamento teatrale e regia Stefano Pagin (dal 2 al 7). Al T. Belli comincia la XII edizione di Trend questa settimana con le regie di Tiziano Panici e Paolo Zuccari e con My Arm di accademia degli artefatti: Angius e Duncan Barbieri in scena, Arcuri alla regia (spettacolo giunto al sesto – se non sbaglio – anno di repliche!).

Invisibilmente - photo: Olimpio Mazzorana
Invisibilmente – photo: Olimpio Mazzorana

Anche a Milano non c’è da annoiarsi: TRICHER 3_ non dire falsa testimonianza di MO.Lem (Movimento Libere Espressioni Metropolitane) alla Zona K (dal 5 al 7). Sul palcoscenico del Teatro Strehler va in scena Odyssey (fino al 24 aprile) di Robert Wilson, un viaggio alle radici del tempo e dello spazio. Il “mago delle luci” si abbandona al canto delle Sirene e ci racconta la storia delle storie, il cammino di Ulisse in cerca di se stesso. Produzione Piccolo Teatro di Milano – Teatro d’Europa e National Theatre of Greece di Atene dove è stato allestito e ha debuttato (dal 3 al 24). PRIMI PASSI SULLA LUNA divagazioni provvisorie per uno spettacolo postumo di Andrea Cosentino (dal 5 al 21, leggi la recensione) è al T. Litta. Al T. della Contraddizione invece in scena Miss Havisham’s Expectations. A 200 anni dalla nascita di Charles Dickens, Linda Marlowe musa di Steven Berkoff e icona del teatro inglese nel nuovo spettacolo che prende spunto dal più iconico personaggio femminile dickensiano, Miss Havisham, ricca signora di mezza età, personaggio del romanzo Grandi Speranze, probabilmente la più popolare e sofisticata opera dello scrittore inglese (dal 4 al 7). Ancora: Giorni felici di Samuel Beckett con Elena Callegari regia Lorenzo Loris (dal 3 al 14) al T. Out Off. Allo Spazio Tertulliano Cenerentola di Joël Pommerat, regia di Sandro Mabellini (dal 3 al 14).

Tricher 3
Tricher 3

Andiamo in Toscana. La Compagnia Duel dalla Francia torna al T. di Rifredi di Firenze con Duel – Opus 2, spettacolo comico musicale di Laurent Cirade, Paul Staïcu e Agnès Boury (dal 4 al 14). Al T. Studio di Scandicci HOMO RIDENS, creazione collettiva Teatro Sotterraneo, scrittura Daniela Villa, in scena Sara Bonaventura, Iacopo Braca, Matteo Ceccarelli, Claudio Cirri (5). Al T. delle Arti di Lastra a Signa (FI) GLI OMINI presentano TAPPA memoria del tempo presente di e con Francesco RotelliFrancesca Sarteanesi, Luca Zacchini (5) mentre al T. Everest di Firenze Riccardo Goretti in Annunziata detta Nancy (6). Versante pisano: al T. Rossini di Pontasserchio (PI) per la stagione de La città del teatroGOGMAGOG presenta Non è quel che sembra, scritto e diretto da Virginio Liberti. Con Tommaso Taddei (5). Al T. Era di Pontedera (PI) The Workcenter of Jerzy Grotowski and Thomas Richards – Open Program presenta I AM AMERICA, regia Mario Biagini. Basato sulle opere di Allen Ginsberg (5 e 6).

Annunziata detta Nancy
Annunziata detta Nancy