Due giorni a Pisa (e Pontedera) per NID Platform 2014

Sono stati due giorni intensissimi di danza e PR a Pisa e Pontedera. Presente tutto il gotha della danza contemporanea internazionale. Ho visto 9 spettacoli, alcuni non memorabili. I tre che mi sono sembrati più interessanti sono stati i lavori di Martina La Ragione/Valentina Buldrini, Giulio D’Anna e Marina Giovannini. Interessante notare come i primi due si erano spartiti il Premio Equilibrio 2011 all’Auditorium romano (leggi il resoconto). Tre lavori molto diversi tra loro, che sottolineano la tendenza nazionale: una danza non danzata, dove il gesto, la posizione e le relazioni (o la mancanza di esse) tra i corpi sono protagonisti. Non mi dilungo in recensioni, ma segnalo i tre tweet fatti a caldo, una sorta di appunti condivisi che dovrebbero essere attività costante nei festival, per dialogare e comunicare in tempo reale, invece che prodigarsi troppo in analisi postume.

NID People - photo: Michele Leccese

NID People – photo: Michele Leccese

Altri lavori degni di nota sono stati quelli di Francesca Foscarini, Riccardo Buscarini e Roberto Zappalà:

NID People - photo: Michele Leccese

NID People – photo: Michele Leccese

Da rivedere invece gli spettacoli di Mauro Astolfi/Spellbound, Enzo Cosimi e Elena Giannotti:

NID People - photo: Michele Leccese

NID People – photo: Michele Leccese

Alcuni di noi hanno utilizzato Foursquare, social media “di nicchia” molto interessante che permette di mappare i luoghi delle nostre attività. Da un po’ di tempo auspico un utilizzo maggiore di questo strumento, sopratutto per chi gestisce spazi culturali (ma anche ludici e di ristoro): i luoghi di cultura dovrebbero fare come chi si occupa di ristorazione o entertainment, premiando un’azione social (come ad esempio un check-in su Foursquare) con un piccolo benefit per lo spettatore attivo. Utopia? Ci stiamo provando. Comunque sia, ecco i quattro luoghi (+ 1 improvvisato per il Ciliegia Party!) del festival:

NID People - photo: Michele Leccese

NID People – photo: Michele Leccese

C’è stato un discreto twittering a NID, anche se doveva essere usato per coinvolgere più attivamente i partecipanti e non solo in chiave di promozione e documentazione. Concludo con una selezione random di photo-tweet, quelli che mi sembrano più interessanti in un’ottica di storytelling (lo Storify lo lascio al social media team del festival):

 

 

NID People - photo: Michele Leccese

NID People – photo: Michele Leccese

Concludo segnalando la bellissima gallery NID People di Michele Leccese sulla pagina facebook di NID Platform! Ci vediamo a Brescia nel 2015!

Simone Pacini

Si occupa di comunicazione, formazione e organizzazione in ambito culturale. Nel 2008 concepisce il brand “fattiditeatro” che si sviluppa trasversalmente imponendosi come forma di comunicazione 2.0. I suoi laboratori e le sue partnership che mettono in relazione performing arts e nuovi media sono state realizzate in 13 regioni. Dal 2015 crea progetti e tiene lezioni e workshop di “social media storytelling” per lo spettacolo dal vivo. Gestisce il b&b Giorni felici a Roma.

Leggi anche