MADE IN ILVA negli scatti di Edinburgh Photographic

ENGLISH VERSION BELOW

In occasione della prima di MADE IN ILVA al Fringe Festival di Edimburgo il 1 agosto 2014 al Summerhall abbiamo organizzato una photo call.
La photo call è una delle caratteristiche del Fringe e consiste in una sessione fotografica in una location particolare della città, in relazione al tema  e le suggestioni del proprio spettacolo. Alla photo call partecipano fotografi che lavorano per testate locali, free lance, e artisti visivi. Una volta scelta la propria location si inserisce l’evento nel clash diary, uno strumento utilissimo sul sito del Fringe che riporta tutto ciò che accade al fringe per evitare che ci siano troppe iniziative in contemporanea.

Noi abbiamo fissato la nostra photo call la mattina stessa del debutto scegliendo come location una vecchia fabbrica abbandonata in Dryden street, alle porte di Leith, un quartiere periferico della capitale scozzese dove sono presenti vari esempi di archeologia industriale. Alla photo call hanno partecipato diversi fotografi di testate importanti quali lo Scotsman, ed alcuni freelance tra cui gli artisti di Edinburgh Photographic. Sono proprio i loro scatti, realizzati da Patrick Tully e Lindsey Cleland che rimarranno nella storia di MADE IN ILVA per aver saputo cogliere alla perfezione l’anima del nostro lavoro, relazionandosi in maniera attiva e propositiva con il performer, suggerendo azioni, interazioni con luoghi e oggetti, fino a sfidare i limiti e lanciarsi in scatti estremi, dove l’attore oltrepassava cancelli, muri di recinzione e restava in equilibrio sui cornicioni di un ponte a 20 metri sui binari ferroviari.

In esclusiva per i lettori di fattiditeatro ecco gli scatti di Patrick Tully e Lindsey Cleland al performer Nicola Pianzola

Before the premiere of MADE IN ILVA at the Edinburgh Festival Fringe the 1st August 2014 at Summerhall, we have organized a photocall.
A photocall is a peculiarity of the Fringe and consists in a photographic session in a particular location of the city, better if in relation with your show. Local newspapers photographers and free-lances are taking part in this event which is added to a clash diary on the fringe website in order to not clash with other events during the festival. 

We have planned our photocall the same morning of the premiere in an old abandoned factory in Dryden street at the beginning of Leith outskirt, an area full of industrial archeology. At the photocall have taken part important newspapers as the Scotsman and some free-lancers.  The photographers and visual artists of Edinburgh Photographic did something amazing, really getting into the soul of our performance and interacting with the performer proposing locations, actions and extreme positions, challenging limits and suggesting him to climb gates and to stand in equilibrium on  the edge of a bridge 20 meters high over the railroad tracks.

Exclusively for fattiditeatro followers here are the pictures of Patrick Tully and Lindsey Cleland with the performer Nicola Pianzola 

www.edinburghphotographic.com

www.instabilivaganti.com