Il presente non esiste: al via Testimonianze ricerca azioni 2022

Finalmente, dopo un’edizione in streaming e la successiva ospite in vari teatri, in questo 2022 il festival Testimonianze ricerca azioni, giunto alla XIII edizione con la direzione artistica di Clemente Tafuri e David Beronio, torna nella sua versione originale. E lo fa alla grande, nei rinnovati spazi del Teatro Akropolis, a Sestri Ponente. L’appuntamento è dal 2 al 13 novembre (con un’anteprima il 26) e anche quest’anno fattiditeatro è social media partner.

«Dopo la pandemia – dichiara il condirettore di Teatro Akropolis Clemente Tafuri –  durante una guerra che ci vede coinvolti per diversi motivi non solo economici, ci ritroviamo affogati in un magma di immagini false, di riscritture faziose del presente. Il teatro ci offre la possibilità di vivere direttamente un’esperienza, come artisti e come spettatori. Ci chiama a riflettere sulle responsabilità etiche e politiche che nascono da un contatto diretto, da un evento che nessuno ci racconta». Il simbolo grafico del XIII Testimonianze ricerca azioni è un arabesco, immagine simbolica del mondo nella sua complessità che l’arte può contribuire a svelare.

«Questa edizione del festival – dichiara il condirettore di Teatro Akropolis David Beronio – è accompagnata da una frase del filosofo Giorgio Colli: il presente non esiste. È un invito a rivolgerci con uno sguardo critico a tutto ciò che ci circonda, a sottrarci a quell’allucinazione collettiva che ci fa vedere le cose solo se hanno il crisma della stretta attualità. Ed è anche un invito a guardare gli spettacoli che programmiamo dal punto di vista del loro valore artistico e non soltanto da quello delle tematiche che propongono».

La novità di quest’anno è il teatro di figura, che sarà protagonista dell’anteprima con un film di Mario Bianchi e Andrea Bernasconi (26 ottobre). Torna anche quest’anno la giornata dedicata ala danza danza butō a Palazzo Ducale con tre spettacoli (Moeno Wakamatsu, Alessandra Cristiani con Matrice – da Ana Mendieta in prima assoluta e Stefano Taiuti), un film di Masaki Iwana scomparso nel 2020 e un convegno (5 novembre). E poi da segnalare le prima nazionali di And then there were none di Greta F per la danza (9 novembre), RUNA di Amer Kabbani per il circo (3 novembre), oltre alla performance Apocastasi dei padroni di casa Teatro Akropolis (4 novembre). Nello stesso giorno prima nazionale anche per il quarto episodio del ciclo di docufilm La parte maledetta. Viaggio ai confini del teatro dedicato a Gianni Staropoli, grande light designer della scena contemporanea italiana.

Completano il programma i lavori di Teatro Medico Ipnotico per il teatro di figura, Elisabetta e Gennaro Lauro, Sofia Nappi, Cecilia Ventriglia, Giuseppe Vincent Giampino e Riccardo Guratti, Paola Bianchi, Francesco Colaleo e Maxime Freixas, Carlo Massari (foto di Guido Mencari), Daniele Ninarello, Emanuele Rosa e Maria Focaraccio per la danza, Teatro del Sottosuolo per il circo, Andrea Cosentino, Masque Teatro e Bernardo Casertano per il teatro performativo. Per il programma completo vi rimando al sito ufficiale di Teatro Akropolis.

Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Vuoi ricevere "fattidinews" la newsletter mensile di fattiditeatro?

Lascia il tuo indirizzo email:

dicembre, 2022

X