IAT 18-24mar: Lafabbrica, Uovo, Matija Ferlin

RedReading
RedReading

Debutta al T. Vascello di Roma il nuovo spettacolo della compagnia romana Lafabbrica: Hansel e Gretel. Il giorno dopo terzo ed ultimo capitolo della trilogia dell’attesa. In scena ci sono Hansel e Gretel adulti; sono talmente grassi da aver piegato sotto il loro peso le piccole sedie sulle quali siedono. Hanno mangiato quasi tutta la casa di marzapane e ignorano il grido di una strega che chiede aiuto senza ricevere alcuna risposta. Regia Fabiana Iacozzilli (18-20). Per Puglia in scena, al T. Palladium Fibre Parallele con Duramadre, spettacolo che trae la sua prima ispirazione da La ginestra di Giacomo Leopardi e mette al centro della scena una crudele figura materna centrandola in una drammaturgia tra mito, favole e metafora. Testo di Riccardo Spagnulo, regia e scene di Licia Lanera (21 e 22). Continua al T. Argot la rassegna Eco di donne, questa settimana segnalo Tamara Bartolini e Michele Baronio con RedReading #5 (18) e Valentina Bischi con Le minne di Santagata (20).

Milano: il Teatro i di Renzo Martinelli, Federica Fracassi e Francesca Garolla per la prima volta (ma correggetemi se sbaglio) sul palco del Piccolo Teatro (T. Studio) con Blondi, un monologo in cui l’autore Massimo Sgorbani cattura le voci di alcune figure femminili legate al Führer, che precipitano inarrestabili verso la fine del Reich. Blondi è il pastore tedesco di Hitler. Una femmina. Perdutamente innamorata del suo padrone (22-28). Altra prima nazionale: VIVA L’ITALIA Le morti di Fausto e Iaio di Roberto Scarpetti regia di César Brie al T. Elfo Puccini (18-14apr). Altro evento di rilievo è l’XI edizione del sempre interessante Uovo Performing Arts Festival, segnalo quest’anno Jérôme Bel (ma l’ho visto a Bruxelles e non mi ha convinto), Alessandro Sciarroni, Qualibò e altri (20-24). Ancora: Misterman di Enda Walsh con Alessandro Roja e la regia di Luca Ricci è in scena a Campo Teatrale (22-24, leggi la recensione); la  quarta edizione del progetto DonneTeatroDiritti di PACTA dei Teatri si chiude con Teodora di Maddalena Mazzocut-Mis (T. Oscar, 20-22), con Paola Vincenzi e la regia di Paolo Bignamini. Infine, segnalo UNA CENA ARMENA al T. Menotti (21-23) con la regia di Danilo Nigrelli che è anche il protagonista dello spettacolo: attraverso storie, ricette, aneddoti lo spettacolo affronta in modo commovente e delicato la storia del popolo armeno.

CENA-ARMENA
Una cena armena
Sad Sam/Almost 6 - photo: Nada Zgank
Sad Sam/Almost 6 – photo: Nada Zgank

Spostandoci in Toscana, al Castello Pasquini di Castiglioncello (LI) per la stagione di teatro ragazzi, segnalo Riserva Canini in GRIMM La stanza dei due fratellini tedeschi di e con Marco Ferro e Valeria Sacco. Un viaggio che conduce i giovani spettatori in un luogo misterioso abitato da lupi che non sono soltanto lupi, da alberi i cui frutti hanno il potere di togliere e restituire la vita, da mantelli azzurri che mettono al riparo dalle paure, da ombre che mutano forma e da gomitoli di lana che aiutano a ritrovare la strada smarrita (24). Poco più in là, al T. Era di Pontedera (PI) serata unica con Teatro MinimoSTORIE D’AMORE E DI CALCIO di Michele Santeramo con Vittorio Continelli e Michele Santeramo, a seguire NOBILI E PORCI LIBRI di e con Michele Santeramo (23). Andando verso Firenze: al T. Studio di Scandicci dalla Slovenia (e dopo Santarcangelo) SAD SAM/ALMOST 6 di e con Matija Ferlin: un lavoro sull’infanzia e sulla sua fine; sul rapporto con il proprio mondo interiore e con gli altri, fuori; sulla forza dell’immaginario e di un linguaggio capace di creare le cose nominandole; sullo strappo che rompe il cerchio perfetto e ci apre, attraverso la ferita, agli altri e al reale (22 e 23). Spostandoci in provincia: il Teatro delle Albe a Le Fornaci di Terranuova Bracciolini di Arezzo con INCANTATI. Parabola dei fratelli calciatori di Marco Martinelli, lettura con Alessandro Argnani, Luigi Dadina, Michela Marangoni, Laura Redaelli (23); al Supercinema di Monteroni d’Arbia invece Carullo/Minasi col loro Due passi sono (21). Ancora i fratelli Grimm, ancora il teatro ragazzi, ancora le ombre al T. Amiatino di Castel del Piano (GR): Accademia Amiata Mutamenti propone IL MONDO DEI GRIMM (24).