Naturae. La vita mancata: immagini dalla Fortezza di Volterra

Sono finite ieri le repliche nella Fortezza medicea di Volterra di Naturae. La vita mancata – primo quadro: l’ultimo lavoro di Armando Punzo e la Compagnia della Fortezza. Quest’anno, per i motivi che potete immaginare, solo 25 spettatori a replica hanno potuto assistere allo spettacolo che il regista introduce così

Stiamo lavorando contro la Genesi, contro la condanna dell’uomo ai suoi limiti, contro il canone occidentale, contro noi stessi e ciò che definiamo realtà. Abbiamo immaginato un Lui che con coraggio si è spinto lontano in questa ricerca. Il viaggio, la fuga in avanti hanno segnato la sua esistenza, hanno dato forma al suo pensiero, alla sua interiorità fin dall’inizio della saga. Nell’opera di Shakespeare aveva intravisto l’affresco dell’umanità da cui sentiva il bisogno di allontanarsi, Beatitudo con Borges ha rappresentato la possibilità del sognarsi diverso, gli ha fatto scoprire una parte sacrificata dentro di sé, luminosa, desiderante. In Naturae si tratta di innestare questa idea nella vita. In questi due nuovi quadri il sogno a occhi aperti dell’innocenza deve mostrarsi in tutta la sua concretezza. 

Mentre stanno cominciando i preparativi per Naturae. La valle dell’innocenza – secondo quadro, lo spettacolo site specific per il Padiglione Nervi dell’Ex Salina di Stato di Saline di Volterra (doppia replica l’8 e il 9 agosto, biglietti disponibili sul sito ufficiale della compagnia), ecco alcuni scatti di Nico Rossi effettuati durante l’ultima delle 6 repliche: