Teatro a Roma, Milano e Toscana (27ott-2nov): Dada Masilo, Cinque allegri ragazzi morti

Teatro a Roma

Torna a Romaeuropa Dada Masilo con il suo nuovo spettacolo, Carmen, elettrizzante reinterpretazione della celebre opera di George Bizet (T. Brancaccio, 29-2nov). <Age> di Collettivo Cinetico a Le vie dei festival: il progetto declina con nove “teenager kamikaze” l’analisi sul ruolo dello spettatore e sul concetto d’indeterminazione che attraversa le ultime produzioni della compagnia (T. Vascello, 1.2nov). Da non perdere anche Il bellissimo Pinocchio di Zaches Teatro (un teatro non solo per ragazzi) in scena al T. India (30-2nov). La stagione congiunta Dominio Pubblico prosegue con Teatrodilina che porta in scena il debutto nazionale di Banane: la storia di alcune esistenze e della traiettoria storta della loro vita. È un testo composto da piccole scene che si svolgono, tra la luce e il buio, quasi tutte in ambienti diversi con un andamento rapido e sincopato (T. dell’Orologio, 30-2nov). Danza contemporanea al T. Furio Camillo con Recitar Danzando 2014: in scena Compagnia Atacama, Compagnia Opus Ballet, Gruppo E-Motion, Cie Twain e Gruppo Nanou (31-9nov). Segnalo anche i quattro giorni alla scoperta della scrittura teatrale della Spagna e dell’America Latina con Tablas–Giornate di teatro ispanico contemporaneo (28-31).

 - foto: Marco Davolio
Age

Teatro a Milano

Cinque allegri ragazzi morti (guarda il fotopost con le immagini di Carolina Farina), il caso teatrale dell’anno arriva a Milano (T. Elfo Puccini, 28-2nov). Dal romanzo di Giovanni Testori, Passio Laetitiae et Felicitatis, Giovanni e Maddalena Crippa, fratelli nella realtà, mettono in scena Passione, raccontando, in un cortocircuito tra vita e teatro, una storia di intimità fraterne, di amori irregolari e visionari con la forza del linguaggio testoriano (Piccolo T. Grassi, 28-2nov). MAGDA E LO SPAVENTO dalla trilogia Innamorate dello spavento di Massimo Sgorbani con Milutin Dapcevic e Federica Fracassi regia di Renzo Martinelli: il dialogo della morte, il dialogo dell’incubo. Il dialogo delle fiabe da raccontare ai bambini per farli stare buoni. Il dialogo impossibile eppure reale tra la infanticida Magda Gobbels e il genocida Adolf Hitler (T. i, 30-1dic). Alla mia età mi nascondo ancora per fumare di Rayahan regia Serena Sinigaglia. Rayhana è lo pseudonimo di un’autrice algerina. Non è esattamente un nome d’arte, la scrittrice ha dovuto assumere uno pseudonimo se voleva poter continuare a scrivere ciò che scrive e a pensare ciò che pensa. Anche nell’avanzata e libera Francia. Sì, perché Rayhana vive e lavora in Francia, ora. Ed è in Francia che, mentre si recava a teatro, è stata aggredita da un gruppo di integralisti islamici. Il perché è insito nel suo meraviglioso testo: “Alla mia età mi nascondo per fumare” (T. di Ringhiera, fino all’1nov). Faust Marlowe Burlesque: Faust e Mefistofele, una storia di immortalità e dannazione, perdono e salvezza eterna. Una storia che, almeno per sentito dire, quasi tutti conoscono. Non molti, invece, conoscono la versione che due grandi autori di teatro, Aldo Trionfo e Lorenzo Salveti, hanno scritto nel 1976 per due monumenti del palcoscenico come Carmelo Bene e Franco Branciaroli (30-9nov).

Cinque allegri ragazzi morti - foto: Carolina Farina
Cinque allegri ragazzi morti – foto: Carolina Farina

Teatro in Toscana

MALEDETTO DEI SECOLI DEI SECOLI L’AMORE: dal racconto di Carlo D’Amicis una trasposizione che Renata Palminiello firma per Valentina Sperlì (Piccolo T. Mauro Bolognini di Pistoia, fino al 2). Danio Manfredini e la sua Vocazione, un viaggio nella professione dell’attore, compiuto attraverso la riproposizione di celebri brani d’autore. Un percorso intriso di amarezza che Danio affronta con il suo compagno di avventure teatrali, Vincenzo Del Prete, dando vita a uno spettacolo altamente evocativo e di grande intensità (T. Francesco di Bartolo – Buti PI, 1nov).