#tourneedabar: la giocosa rivoluzione shakespereana imperversa nei locali milanesi

A distanza di una settimana esatta dallo scorso intervento, eccoci di nuovo a rendicontare su “Otello – Tournée da Bar”, che vede il mattatore Davide Lorenzo Palla, supportato dal polistrumentista Tiziano Cannas, ad ammaliare il sempre più entusiasta pubblico dei locali milanesi con le insolite vicende del Moro di Venezia, che poi tanto lontane dall’oggi – evidentemente! – non paiono…

all'ohibò

all’ohibò

Già, perché sono sempre di più, quelli che accorrono: il passaparola, del resto, è uno degli strumenti più virali; ed assistere allo spettacolo/performance di Palla e non aver voglia di raccontarlo agli amici e, magari, di tornar di nuovo insieme a loro, è del tutto impensabile. E, se poi, perfino un critico del calibro di Renato Palazzi lo ha consigliato QUI ‘a scatola chiusa’…

Così dopo la serata inaugurale al ‘Bar Doria’ – conclusasi in bellezza a giri di chupito -, l’allegra brigata si è spostata al ‘Cicco Simonetta’, sabato, poi all’ ‘Ohibò’ – domenica, con l’aperitivo medioevale – con un Andrea ‘il mulo’, per i frequentatori, che si è prestato a vestir i panni de l’Araldo: “Con aplomb woodalleniana…”, ha commentato divertito Palla. Lunedì al ‘Ligera’ – “…nella saletta sottostante al locale, che ha reso l’atmosfera particolarmente intima”, ha sottolineato Davide -, martedì al ‘BQ DE NOT’ – serata fortemente voluta e promossa da Francesco Caprini di “Divinazione Milano” – e a cui era presente Simona Spaventa, che ne ha poi scritto su “La Repubblica”. Mercoledì alla “Buca di San Vincenzo” con tanto di jam session, giovedì allo ‘Stand Out’ e ieri sera al ‘Balloon’ con karaoke finale. Insomma: davvero una ‘rivoluzione gioiosa’, com’è stato scritto; ed anche una rivoluzione ‘coraggiosa’ – portare il teatro e quello di Shakespeare, nei bar… – e intelligente – non un qualunque testo shakespereano: ma uno che parla di femminicidio, intrighi e delle peggiori passioni di quel ‘lupus’, in fondo, che è l’ ‘homo’.

QUI e QUI: due estratti dell’intervista a Lombardia Channel del 27/05.

 

allo stand out

allo stand out

Davide è entusiasta: non solo per la risposta del pubblico – il reale destinatario finale di tutto ciò -; ma per i consensi che piovono – anche da parte dei mass media Qui il contributo della Cannella – e per la trasversalità del pubblico, che quest’operazione arguta e lungimirante ha saputo richiamare: “Ieri allo ‘Balloon’ c’erano Mimma Gallina, Oliviero Ponte Di Pino e Paola Tintinelli: persone, che ho sempre stimato, nell’ambito teatrale e vederle fra il pubblico a seguire un mio spettacolo mi ha riempito di gioia”. Davide ha pure sottolineato il prezioso apporto di Tiziano Cannas, non solo come parte attiva dello spettacolo, ma anche come artista capace e stimato, tanto da riuscire a richiamare la presenza di molti musicisti del panorama underground milanese, che spesso hanno colto questo “Otello” come occasione di incontro e confronto fra loro. Davvero qualcosa dal sapore ‘politico’ – nell’accezione più ideale del termine – o ‘poetico’, come piace, invece, definirlo Davide.

pallino_ieriBN

E’ poi molto orgoglioso, Davide, dei commenti del pubblico – pervenuti sia di persona che attraverso Facebook, strumento quanto mai efficace, per un evento del genere. Eccone alcuni:

“Non vorrei sembrare esagerato, ma quello che fate ha in se le componenti del gesto eroico! Andare nei bar a raccontare l’Otello è impresa talmente meritevole da farmi pensare a una sorta di Resistenza culturale e morale! Da vedere.”

“Spettacolo bellissimo: coinvolgente divertente toccante commovente interessante. Da vedere assolutamente. Shakespeare come non lo avevo mai visto funzionare. Sulla scena non c’è niente ma Davide ti fa vedere tutto ti fa immaginare ogni respiro dei personaggi. Mentre bevi un bicchiere ascolti questa storia meravigliosa di amore gelosia umana invidia e sogni di gloria. Parla di noi questo Otello e lo fa in maniera diretta e poetica. Shakespeare sta dalla parte della tournée da bar. Non perdetevelo, non fate torto a voi stessi.”

“Siete forti, cazzo! La storia arriva facile facile. La gente si divertiva e vi stava dietro per tutto il corso dello spettacolo! Io poi sono andato via che sennò non beccavo più la metro… Comunque grandi! Questo nostro teatro immaginario è di gran lunga più bello di quello che purtroppo molto spesso ci tocca sopportare! Ancora complimenti!”

Stasera e domani l’appuntamento è alle 20 al “Le Trottoir” – domani a seguire concerto del gruppo Enjoy Blus Trio.

Da martedì si ricomincia: ancora una settimana di festoso contagio virale di teatro giocoso, musica e voglia di stare insieme; dando un senso di leggiadro impegno alla movida. QUI programma dettagliato.

Francesca Romana Lino

Francesca Romana Lino

Teatrofila per passione...
...blogger per voyeristica necessità!
Francesca Romana Lino

Leggi anche