Torna PAN Festival, l’evento culturale estivo sulle rive del Garda

Torna il 24 e 25 giugno PAN Festival, l’evento estivo firmato Seesaw Project. In un’epoca in cui l’arte, la filosofia e la natura sembrano essere considerate superflue, il PAN (Philosophy, Art and Nature) Festival si propone come celebrazione della loro vitalità e creatività. I protagonisti saranno chiamati a confrontarsi sulla tematica scelta quest’anno: l’Utopia.

Il programma di sabato 24 giugno

Alle ore 10 nella Rocca di Riva “PAN Festival Unplugged!”, workshop outdoor e analogico sulla comunicazione dello spettacolo dal vivo a cura di Simone Pacini, in collaborazione con Collettivo Clochart. Per iscriversi al workshop è necessaria la prenotazione. Nel pomeriggio il Festival si sposterà in Piazza 3 Novembre.
Alle 15.30 “Caos Caso Cosa”, una performance di danza contemporanea e live set di Valentina Pennacchio e Polipi alla Gogna, progetto musicale trentino nato durante il lockdown.
Alle 16.30 “Tutti combattono una guerra ma quella più grande è con se stessi” un lavoro ad opera del giovanissimo performer E. P. Bellum. In contemporanea Francesca Tricarico, presidentessa dell’Associazione I Lari di Arco, e Francesca Sarti, artista e ceramista, presenteranno Atipica-Mente, progetto che si impegna a raccontare le NeuroAtipicità senza però quell’accento melodrammatico che le pone in una errata e deprecabile situazione di inferiorità a una cosiddetta normalità.
Alle 17.15 Simone Pacini presenterà il suo libro “Il teatro sulla Francigena”, a dieci anni dall’omonimo progetto.
La prima parte della giornata si conclude con “Senza titolo, senza trama”, talk e performance a cura della danzatrice, coreografa e attivista autistica Red Fryk Hey insieme a Jelix, alle 18.15.
Alle 20.30 il festival si sposta nel Cortile della Rocca con “Autoritratto in tre atti”, lecture performance sul tema dell’identità stigmatizzata e dello sguardo a cura di Diana Anselmo, artista sord_ italian_, e membr_ del Consiglio Culturale del British Council Italia.
Alle 21.45 seguirà “Come un pesce fuor d’acqua”, performance di teatro e danza di Marta Cellamare.
Concluderà la serata la Compagnia Chierici-Cicolella con “Show Time”, epilogo teatrale dell’omonima serie tv.

Il programma di domenica 25 giugno

La seconda giornata di Festival si apre nuovamente con il laboratorio “PAN Festival Unplugged!” di Simone Pacini, nella Rocca di Riva.
Dalle 15.30 ci si sposta nel Parco Esterno della Rocca, dove il collettivo Ecumene Project presenterà l’installazione partecipativa “Miridea”.
Alle 16.15 la Fucina Machiavelli, di Verona, metteranno in scena “Baby Mozart. K1, K2 e K3… Stella!”, Spettacolo di teatro e musica per bambini e famiglie.
Alle 17.00 seguirà “EVE 3.0”, spettacolo di danza contemporanea e realtà virtuale ad opera della Compagnia Voix di Parigi, in collaborazione con Seesaw Project (foto). Alla performance si può partecipare sia come spettatori passivi, che come spettatori più attivi, indossando dei caschetti VR e interagendo con un paesaggio virtuale.
In contemporanea, alla Rocca di Riva, il Collettivo Clochart terrà il Laboratorio di movimento “Fragilità Nascoste”.
Alle 18.45 la Compagnia delle Nuvole presenterà lo spettacolo di teatro “Campi Magnetici”.
La serata finale del Festival ospiterà il Sunday Pills, evento che unisce informazione, filosofia, cultura e convivialità. Come vuole la tradizione, si inizia con un Simposio informale a cura di Veronica Boniotti e Giuseppe Claudio Insalaco sul tema dell’Utopia, per poi passare alla parte musicale. Alle 22.15 ci sarà il concerto degli Electric Circus.
Chiuderà la seconda edizione del PAN Festival, un dj set a cura di Remo‘o, di Smarmellata Project.

Simone Pacini

Articoli correlati

Condividi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Fatti di teatro - il podcast (ultimo episodio)

Vuoi ricevere "fattidinews" la newsletter mensile di fattiditeatro?

Lascia il tuo indirizzo email:

aprile, 2024

X