Progetto TEENS

a cura di Simone Pacini/fattiditeatro

Introduzione al Progetto Teens

Si chiama Progetto Teens e si tratta di un’attività rivolta alle scuole superiori del territorio, che risponde al desiderio di coinvolgere gli adolescenti in un evento culturale offrendo loro la possibilità di viverlo dall’interno, rendendoli protagonisti del racconto della sua preparazione, di ciò che accade in scena e del dietro le quinte. È un progetto di sviluppo e coinvolgimento del pubblico delle performing arts dedicato agli studenti delle superiori: un laboratorio teorico-pratico per vivere un evento culturale in modo interattivo e divertente, armati di smartphone e fotocamere!

I partecipanti saranno inizialmente formati sull’utilizzo attivo dei social media, in seguito diventeranno “social media reporter” dell’evento, raccontando il dietro le quinte degli spettacoli, i luoghi che li ospitano e le persone che li realizzano.

Sarà un’occasione utile per gli studenti che potranno conoscere meglio le possibilità delle nuove tecnologie e raccontare la propria esperienza in rete, utilizzando l’anima ludica e l’immediatezza dei social.

progetto tener

Collegando i social agli eventi culturali e mettendo fianco a fianco studenti e professionisti della comunicazione il Progetto Teens vuole sensibilizzare verso un uso consapevole, creativo e non aggressivo dei nuovi media.

Il progetto ha una durata ideale di 4 giorni , ma si può adattare in base alle esigenze e alle linee artistiche di chi lo ospita.

Creando una staffetta intergenerazionale fra adolescenti e professionisti, questa attività può inserirsi facilmente nei percorsi di alternanza scuola/lavoro.

Attraverso il percorso di “alternanza scuola lavoro”, una delle innovazioni della Buona Scuola, a tutti gli studenti dell’ultimo triennio delle scuole superiori viene data l’opportunità “di inserirsi in contesti lavorativi adatti a stimolare la propria creatività”. Da subito ci sono state molte polemiche, soprattutto per il fatto che questa “alternanza” in alcuni casi si è trasformata in sfruttamento. Nel nostro caso, contattando, ad esempio, i licei artistici o coreutici, potremmo dare ai ragazzi delle competenze sulla comunicazione digitale e far loro conoscere le varie professionalità presenti negli eventi culturali. Il percorso si completerbbe con la visione degli spettacoli (con la possibilità di acquistare i biglietti a prezzo speciale). In questo modo il Progetto Teens assolverebbe contemporaneamente le funzioni di formazione e di coinvolgimento.

Il Progetto Teens è già stato realizzato al festival T*Danse di Aosta (2017 e 2018), con ALDES per il progetto Duran Adam di MigrArti (2018), a Latina per il festival TenDance (2018) e a Firenze per la rassegna Materia Prima organizzata da Murmuris (2019).

Progetto

Il Progetto Teens può essere composto da:

  • alcuni incontri teorici in orario scolastico, in cui sarà introdotto l’evento, il progetto e verranno dati elementi e strumenti della comunicazione web e del “social media storytelling”;
  • alcuni incontri in orario pomeridiano e serale, nei luoghi dell’evento in cui si andranno ad esplorare e documentare i dietro le quinte, gli allestimenti e le prove degli spettacoli;
  • visioni collettive degli spettacoli;
  • una serie di incontri con artisti e/o staff;
  • la proiezione di un Instagram Wall con i post realizzati dai ragazzi stessi e presentati in video nel luogo più “caldo” dell’evento (nel foyer, al bar ecc.) negli orari di maggior afflusso;
  • un Instagram contest che premierà il miglior “Iger” ovvero chi avrà realizzato il post più in linea con l’idea del progetto.

Condizione necessaria per poter partecipare al Progetto Teens sarà la frequentazione obbligatoria di tutte le sessioni teoriche in orario scolastico, e di almeno due delle sessioni pratiche condotte da Simone Pacini.

Per gli studenti che partecipano al Progetto Teens sono previsti biglietti a prezzo ridotto per la visione degli spettacoli serali.

Risultati

  • coinvolgimento pubblico giovane attraverso l’intrattenimento educativo;
  • promozione “live” dell’evento (creazione e condivisione contenuti)
  • raccontare un evento con occhi nuovi creando un’immagine accattivante verso stakeholders e territorio;
  • formazione sul web 2.0 (social media management, social media storytelling)
  • staffetta intergenerazionale (contaminazioni fra studenti, artisti, operatori e spettatori)

Approfondimenti 

Contatti

Simone Pacini
contact (at) fattiditeatro.it
3358384927

>> SCARICA IL PROGETTO COMPLETO <<

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: